Utente 406XXX
Buonasera,
Scrivo per mio padre anni 62 , operato due anni e mezzo fa nel settembre 2015 di prostatectomia radicale robotica . Ad oggi esegue i controlli trimestrali di psa che fortunatamente sono indosabili <0,03 . Non ha eseguito radioterapia ne nessun tipo di cura dopo l’operazione ( gleason 3+4, pt2c)
Il problema che persiste è l’incontinenza urinaria .
Indossa il pannolino , uno al giorno , che gli provoca notevole imbarazzo . Quando non lavora , sta meglio , ma nelle giornate più impegnative (cammina molto per lavoro ) è comunque più forte l’incontinenza . Io sono una figlia preoccupata che pensa subito al peggio e a qualche patologia vescicale .
Il mio dubbio nasce dal fatto che , quando papá fece la tac addome prima dell intervento la parte della vescica recitava cosi : vescica ben distesa , regolarmente opacizzata con lieve ma diffuso ispessimento vescicale . L’urologo la visionó ma non battè ciglio . Volevo sapere se l’ispessimento vescicale diffuso era dovuto alla prostata aumentata di volume e se questo è la causa dell’incontinenza ?
Ció che ci spinse a fare un controllo dall’urologo due anni e mezzo fa fu proprio il suo continuo stimolo ad urinare . Su internet leggo di tutto dai tumori alle metastasi . È vero che un tumore vescicale è indicato come ispessimento diffuso ?
Grazie a chi vorrà rispondermi
Cordialmente
Rossella

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Cara utente,
l'ispessimento diffuso della vescica di suo padre è presente da prima dell'intervento ed è sicuramente legato ad un ipb.
In caso di tumore vescicale, la situazione è molto diversa.
La sua incontinenza può essere legata anche ad ridotta capacità vescicale di contenere urina (condizione favorita dall'ispessimento detrusoriale) oltre che dagli esiti dell'intervento di prostatectomia radicale.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 406XXX

Grazie dottore Izzo per la tempestiva risposta .
Volevo aggiungere una cosa che nel precedente consulto non ho aggiunto .
Mio padre circa un anno fa , fece anche un eco alla vescica , ma purtroppo io non ero presente e non so dirle molto , in quell’occasione gli fu prescritto un farmaco il mictonorm . L’ha assunto per un poco , ma poi ha smesso , perchè gli provoca qualche effetto collaterale .
Il mictonorm per quale patologia si assume ?
Le rinnovo i saluti
Rossella

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Per ridurre l'iperattivita vescicale.
Puo essere indicato in casi come quello di suo padre.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com