Utente 326XXX
Avendo problemi urinari notturni ho chiesto una eco prostata. Premetto che i risultati del PSA sono stati sempre nei valori normali. L'ultimo valore del PSA effettuato in data 7/12/2007 é di 1.029 su un range di 0-4. Le conclusioni diagnastiche dell' ecografia prostata transrettale sono i seguenti: prostata di dimensione leggermente aumentate (circa 30 ml) per la presenza di piccolo adenomino centrale; struttura ghiandolare disomogenea per la presenza di qualche sporadica calcificazione come da pregressa flogosi: si segnala inoltre duplice area ipoecogena paramediana sn di circa 6mm una e 8 mm l'altra con segnalata vascolare intralesionale; restante struttura ghiandolare esente da lesioni ipoecogene sospette. Linea capsulare integra. Vescichette seminali nella norma. Si consiglia una biopsia prostatica ecoguidata transrettale sulle due lesioni.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Oggigiorno in questi casi, soprattutto se vi è una discrepanza tra il rilirvo radiologico ed i valori del PSA, è opportuno eseguire prima dell'eventuale biopsia, una risonanza magnetica multiparametrica della prostata.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 326XXX

Grazie dottore per la celere risposta. Preciso che l'urologo che ha eseguito l'ecografia transrettale mi ha suggerito come soluzione migliore la biopsia sulle due lesioni. Le chiedo ancora di sapere, se possibile, se le due lesioni (6mm e 8 mm) possono considerarsi piccole, medie o grandi e se c'é rischio, in questo stadio, nel caso si trattasse di carcinoma di possibili metastasi.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
E' scorretto parlare di "lesioni" fino a uando la loro natura non venga ulteriormente accertata, con la risonanza magnetica e con la biopsia diretta.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing