Utente 495XXX
Salve, scrivo per chiarire dei dubbi che mi turbano non poco. Circa 4 giorni fa mi sono sottoposto ad un intervento di frenuloplastica a causa del “ frenulo breve”. Prima dell’intervento non sono mai riuscito a scoprire il glande neanche manualmente in fase di erezione in quanto mi era impossibile proprio a causa della brevità del frenulo. In stato di risposo il glande riusciva ad essere scoperto anche se ciò avveniva solo durante le poche visite cui mi sono sottoposto. Mi chiedo se sia normale che anche ora ( consideri che ho ancora i punti di sutura) in stato di erezione il glande non si scopre da solo ma devo farlo manualmente e che non riesco ancora a scoprirlo per intero ( il prepuzio non arriva alla base del glande). Ho pensato sia dovuto alla poca elasticità del prepuzio che solo da pochissimo sto esercitando e che si tratti anche di un impedimento dovuto ancora alla presenza dei punti di sutura che mi frenano nel forzare un po’ di più lo scorrimento. Potrei avere cortesemente un suo parere ? Grazie mille in anticipo.
P.s ho 21 anni e non sono ancora sessualmente attivo

[#1] dopo  
Caro signore,
fino a che ha i punti vi è gonfiore che non permette l' evaginazione del glande. Qualche giorno dopo la caduta, il gonfiore sparisce ed allo vedrà che è tutto ok.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 495XXX

Gentile dottore, grazie per la risposta. Spero che dopo la caduta dei punti sia tutto ok anche se il gonfiore che lei ha presunto non c’e..
Ho due domande ancora da porle:
1) è una condizione normale quella di dover scoprire il glande che non si scopre automaticamente in erezione?
2) avverto una forte sensibilità che mi permette a stento di sfiorarlo con le dita. Andrà via da solo questo fastidio con il tempo ? È una conseguenza normale dell’intervento ( considerando che il glande non era mai stato scoperto finora) ?
La ringrazio anticipatamente.