Utente 295XXX
Dottori buongiorno sono un ragazzo di 30 anni vi scrivo perché non so più cosa fare .
É circa più di un anno che combatto dietro a problemi di “forse prostatiti” tutto mi è partito da un dolore molto forte dopo un eiaculazione con dolore al sedere e lungo il fianco dello scroto sinistro.
Dopo varie visite urologiche andrologiche mi è stata diagnosticata prostatite non batterica , ho fatto 4 cicli di antibiotici e integratori prostatitici, e adesso al parere dei medici la prostata è rientrata nelle misure normali.
Il mio problema é che la situazione non è cambiata ho sempre gran bruciore all'ano principalmnte dopo eiaculazione , fastidio/bruciore continuo alla punta del pene e spesso al fianco del testicolo sinistro e in più mi è capitato da circa 2 mesi veramente uno scarso desiderio sessuale e a volte mi sembra come se perdessi L'erezione o come se non sentissi più il pene perché era come indolenzito (una sensazione davvero non piacevole).
In più il mio getto urinario non è più potente come dovrebbe essere ma é ridotto di potenza .
Posso chiedervi un aiuto???
P.s io soffro di pubalgia che ormai credo si sia cronicizzata secondo voi potrebbe avere una correlazione tuta questa mia situazione sintomatica ???

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il dolore pelvico cronico, quando fastidiosamente presente e quando tutte le altre possibili cause sono state escluse (come immaginiamo nel suo caso, visti i ripetuti controlli e le cure) deve essere trattato come un dolore "puro", pertanto con un approccio "medico-antalgico" e non più solo "urologico". Vengono utilizzati farmaci antidolorifici diversi, ad azione sul sistema nervoso centrale, in varie combinazioni anche con anti-depressivi a basso dosaggio, il tutto per attenuare la sensibilità della zona, andata fuori controllo. Queste terapie sono gestite appunto dagli specialisti in terapia antalgica, ovviamente in accordo con l'urologo che la segue direttamente.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 295XXX

Ok dottore grazie della risposta , e secondo lei questo dolore al pene,bruciore sul glande e scarso desiderio sessuale tanto da farmi perdere L'erezione a che cosa possono essere riconducibili come sintomi?????

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Sempre allo stesso quadro di chronic pelvic pain syndrome (CPPS).
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing