Utente 499XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 26 anni.
Ormai un mese e mezzo fa ho avuto un problema di cistite( Da quello che mi ha detto il medico) Cominciò tutto una sera quando andai in bagno e subito dopo ci dovetti andare dinuovo. Avvertivo un pò di fastidio( ma sopportabile) e il senso di urina frequente.. presi Monuril che non mi fece assolutamente nulla e poi il tavanic per una settimana.. la situazione non migliorò moltissimo, allora feci l'urinocultura e risultò tutto negativo, zero presenza di batteri, solo alcuni frammenti di ossalato di qualcosa.. scusate ma non ho gli esami qui davanti e non ricordo bene.. mi consigliarono di bere molto ma che era una cavolata.. La situazione però era migliorata dal lato urina, ma il fastidio che provavo nel pene è sempre presente.. in più presentavo della pellicina bianca, come se fosse scorticato.. mi consigliarono di andare dal dermatologo che mi disse che era Psoriasi inversa( mai sentita).. Mi consiglio di mettere BETA 21 per una settimana e la mattina la crema VEA.. ho avuto una settimana di benessere cioè non avevo più niente, sembrava mi fosse passato tutto.. ma ora a distanza di quelal settimana io non ho piu' quelle secrezioni bianche ma il fastidio è ritornato, non è quel bruciore incessante come accade spesso nelle cistiti, ma io sento un fastidio.. cosa può essere? Mi sono veramente stancato, sono un tipo ipocondriaco e questa cosa mi ha praticamente rovinato l'estate.. La corona del glande a volte la vedo violacea come se fosse un livido

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La vera cistite, così comune nelle femmine, è invece molto rara nel maschio adulto, in cui quasi tutti i disturbi delle basse vie urinarie sono in qualche modo legati alla prostata. Buona parte di questi disturbi non sono dovuti a infezione, ovvero lo sono stati del tutto brevemente, prima che la precoce ed intensa terapia antibiotica facesse effetto. Quanto resta è una condizione di irritazione e congestione in grado di giustificare disturbi quali quelli che lei ci riferice. Come è noto, per questa assai frequente situazione non esistono terapie specifiche, ma solo la pazienza e la collaborazione con uno specialsita in urologia possono portare a qualche risultato. In ogni caso, più che farmaci ed integratori hanno spesso maggiore efficacia i provvedimenti dirett a regolarizzare lo stile di vita, in tutti i suoi aspetti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 499XXX

dottore mi perdoni non ho ben capito allora quale sia il problema.. non è psoriasi?

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Noi abbiamo commentato solo l'aspetto urologico dei suoi disturbi, non abbiamo competenze per giudicare eventuali manifestazioni di interesse dermatologico.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 499XXX

Dottore mi perdoni, so bene che la psoriasi non è di vostra competenza, mi chiedevo dall'alto della sua esperienza, è una cosa possibile psoriasi li? E può essere una conseguenza magari dell'antibiotico? io sto impazzendo

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Per quanto ne possiamo sapere noi, la psoriasi può colpire qualsiasi parte della superficie corporea, dal capo alle unghie dei piedi. Vi sono poi alcuni tipi di manifestazione che prediligono zone particolari.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing