Utente 504XXX
Buonasera,
scrivo questo messaggio in quanto oggi, andando a ritirare l'esame delle urine, nei risultati ho riscontrato un'elevata quantità di cellule di sfaldamento. Leggendo un po nei vari forum, ho letto che ciò può accadere per diversi fattori tra cui calcoli renali o infezioni del tratto urinario.Per quanto riguarda calcoli renali li escluderei al 100% poichè, visto che ho effettuato queste analisi per un concorso, oltre a queste ho fatto anche l'ecografia addome e pelvica che ha escluso tutto ciò. Non nascondo quindi di essere un po preoccupato anche perchè, oltre a non essere state specificate che tipo di cellule di sfaldamento sono, tutti gli altri valori, compresi anche quelli del sangue, risultano nella norma. Quello che adesso chiedo è: devo seriamente preoccuparmi di ciò o è tutto nella norma? L'elevato numero di cellule possono essere causa di qualcosa di anomalo o a volte è normale trovarne in numerose quantità? Potrebbero inoltre essere causa di non idoneità al concorso? Per una maggiore chiarezza allego i valori riscontrati. Grazie in anticipo.

Colore: giallo ambra
Aspetto: leggermente torbido
Ph: 6.00
Glucosio: assente
Proteine: assenti
Emoglobina: assente
Corpi chetonici: assenti
Bilirubina: assente
Urobilinogeno:assente
Nitriti: assenti
Peso specifico: 1020
Sedimento: numerose cellule di sfaldamento

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

"numerose cellule di sfaldamento nel sedimento delle urine" da sole non sono un dato clinico significativo di qualche patologia; solo una valutazione complessiva della sua attuale situazione clinica ci potrà dire qualcosa di mirato e questa la può fare in diretta solo il suo urologo di fiducia.

Senta ora il suo urologo di riferimento e si ricordi comunque che sempre la visita medica in diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare un’indicazione corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com