Utente 457XXX
Buongiorno, circa 3 mesi fa sono ricaduta nei classici sintomi della Prostatite, con dolore perineale e sovrapubico. Ho rifatto la cura prescritta mi dall urologo un anno fa, supposte orudis e Leviaprost, ma non trovando alcun giovamento, decido di effettuare la spermiocoltura, e mi viene riscontrato l escherichia coli e lo stafilococco aureus, con carica batterica 2000000.inoltre sul campione delle feci mi trovarono la klebsiella, esame effettuato perché avevo la diarrea da una settimana. Presi subito l appuntamento dal mio urologo, ma dato i tempi lunghi e i bruciori persistenti, decisi di fare una terapia a base di bactrim uno dei tanti antibiotici sensibili per sette giorni. Il giorno Dell appuntamento I dolori erano leggermente diminuiti ma la diarrea persisteva. Dopo accurata visita con ecografia, mi conferma la diagnosi di Prostatite, e mi prescrive levoxacina, ma dato gli effetti collaterali avuti tempo fa, mi prescrive solo pelviprost, e mi consiglia di effettuare una visita da un gastroenterologo, per una sospetta colite, diarrea persistente e per i bruciori vicino l ombellico.in attesa della visita rifaccio sia la spermiocoltura e la coprocoltura e fortunatamente non viene trovato alcun batterio. Il giorno della visita, il gastroenterologo dopo Palpazione Dell addome ed esame ecografico, e presa visione anche dei miei problemi urologici, mi prescrive le punture Rocefin e Probiotici vsl 3,dicendomi che avrebbe risolti entrambi i problemi. Adesso dopo 15 giorni dalla fine della cura, non riscontro miglioramenti significativi.continuo ad avere dolori nel perineo ed avere bruciore sovrapubico che si irradia all ombellico,fortunatamente non tutta la giornata. Inoltre mi ha prescritto una dieta senza glutine e lattosio e vari esami da effettuare. Adesso vi chiedo in base ai miei sintomi, il problema è la Prostata che infiamma il colon o il colon che infiamma la prostata?Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

le due problematiche cliniche, da lei citate, si influenzano reciprocamente.

Detto questo, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-terapeutiche.html

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html

https://www.medicitalia.it/salute/prostata .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com