Utente 514XXX
Gentili medici,
sono un ragazzo di 26 anni e sessualmente attivo. Dopo aver ispezionato casualmente il meato uretrale in seguito a diversi bruciori, noto una lesione che mi induce subito a pensare ad un condiloma causato da hpv. Mi reco quindi dal dermatologo dove sono già in trattamente per semplice balanite. Il collega osservando la lesione con lente d’ingrandimento riferisce che nè forma nè localizzazine della lesione lo inducono a pensare ad un condiloma, bensì ad un fibroma benigno.
La mia domanda è: possono presentarsi nell’uomo fibromi uretrali? Nella letteratura medica non ho trovato nulla, se non riferimenti a condilomi.
Grazie mille.
Cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Sio tratterebbei una manifestazione insolita senz'altro, il condiloma sarebbe di gran lunga più comune, soprattutto in quella sede. Comunque, solo l'esame istologico potrà eventualmente definirlo, se sarà materialmente possibile inviare del tessuto asportato. Questo perchè in genere queste piccole lesioni vengono abitualmente rimosse per semplice coagulazione, quindi non vi è tessuto disponibile.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 514XXX

La permanenza per più giorni di un catetere vescicale e/o la presenza di „Serratia marcescens“ nel tratto urinario, potrebbe avere qualcosa a che fare con la lesione sopra descritta?
Grazie ancora!

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Del catetere non ci aveva parlato, comunque qualche alterazione del meato la si potrebbe notare solo durante od immediatamente dopo l'inserimento. Ancora meno verosimile una causa legata alla infezione urinaria. D'ogni modo, a distanza non è possibile dire molto di più.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing