Utente 514XXX
Buonasera, scrivo per ricevere un vostro parere. Sono stato circonciso a causa di una fimosi parziale, la circoncisione è stata totale. I primi 10 giorni non ho avuto alcun fastidio, le erezioni non mi causavano nemmeno così tanti problemi, anche la molta sensibilità non mi ha causato problemi. Pensavo di aver definitivamente risolto, invece dopo 10 giorni la cicatrice ha iniziato a gonfiarsi, nel giro di due giorni si è gonfiata in maniera molto vistosa, nelle zone dove ci stavano i punti sono apparsi alcuni rigonfiamenti (i famosi salsicciotti di cui già altri in questo sito hanno parlato), la cicatrice è rosa molto chiaro, non fa male e non da fastidio. I punti mi sono caduti dopo 1 mese. Dal punto di vista funzionale non ho problemi comunque. Il grande problema è quello estetico.

Praticamente sembra un anello sotto al glande, con sopra delle escrescenze dove prima erano i punti. Lo stacco tra la pelle "sana" e il tessuto cicatriziale è molto netto, in alcune zone ho ancora delle piccolissime macchie scure, penso siano lividi, perchè si trovano vicino a dove stavano i punti. La cicatrice e i salsicciotti non mi fanno male, almeno questo. Dal punto di vista estetico è una cosa inguardabile...ho letto che ci vogliono anche sei mesi per guarire del tutto, ma ho il presentimento che rimanga così per sempre, visto che in questo tempo non ho visto nemmeno un leggerissimo miglioramento o sgonfiamento.

Il chirurgo che mi ha operato, mi aveva prescritto Gentalyn Beta per 10 giorni, ci siamo visti solo per togliere le garze e poi mi ha detto che potevo andare e avevo finito, da lì non l'ho più visto. Le mie domande sono:

1) Ma perchè questa cicatrice è così orrenda, ho sbagliato io nell'applicare la crema? Potrebbe aver sbagliato qualcosa il chirurgo durante l'operazione?

2) Potrebbe essere un cheloide (eventualmente come lo riconosco)? E' fattibile che alcuni punti non si siano ancora riassorbiti e siano rimasti sotto la pelle causando tutto questo?

3) Posso sperare ancora in un margine di miglioramento?

4) Devo tenere in considerazione l'ipotesi di un secondo intervento per togliere queste cicatrici e rigonfiamenti?

Chiedo scusa per le molte domande, ma questa cosa mi sta preoccupando molto, voglio solo avere un pene normale come tutti, di cui io non mi debba vergognare. Stare con questa cicatrice mi imbarazza enormemente perchè rende il pene veramente inguardabile...Presto mi farò vedere da un urologo comunque.

Ringrazio moltissimo tutti per l'attenzione, mi piacerebbe molto avere anche la vostra opinione!

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MODENA (MO)
LUGO (RA)
BOLOGNA (BO)
PARMA (PR)
VERONA (VR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
comprendo bene quanto ci descrive. Due mesi sono un tempo che riterrei adeguato per valutare il risultato.
Le suggerirei innanzitutto di confrontarsi con chi l'ha operata ed esporre tutti i suoi dubbi; nel caso non ricevesse adeguata soddisfazione sarebbe lecito sentire una seconda opinione presso altro Urologo/Andrologo.
Dott. Edoardo Pescatori
Specialista in Urologia - Andrologo
www.andrologiapescatori.it