Utente 321XXX
Buongiorno dottori,
Sono di nuovo qua a scrivervi per un problema che ho scoperto da poco. Nelle ultime settimane pare abbia avuto una infezione delle vie urinarie. Avevo dei filamenti nelle urine e dopo l evacuzione di feci riscontravo muco urinando. Sono stato trattato con Ciproxin 500 2xdia per 5 giorni a seguito di una sospetta infezione delle vie urinarie. Dico sospetta perché gli esami delle urine hanno riscontrato leucociti a 40 ( range 0-20) e urinocoltura con esito negativo probabilmente perché il mio medico mi ha fatto fare l urocultura sotto antibiotico,ndr.
Essendo iper ipocondriaco ho effettuato diverse visite e nella ultima visita di sabato dall urologo sono stato tranquillizzato in quanto secondo il medico non esisteva nessuna infezione importante. La prostata risultava morbida e l ecofrafia ai reni e vescica era nella norma. L urologo mi ha invitato a riprendere l attivita sessuale o la masturbazione e così ho fatto. Peccato che all atto dell eiaculazione pulendomi mi sono accorto che il colore dello sperma fosse rosa chiaro/marroncino chiaro... preoccupato lo richiamo e lo stesso mi tranquillizza dicendomi che potrebbe essere antibiotico o l'astinenza di circa 10 gg che ho avuto e mi invita a masturbarmi nuovamente la sera successiva per verificare il colore. Cosi faccio e ieri sera il colore era esattamente lo stesso. Richiamo quindi l urologo che mi tranquillizza dicendomi che non è nulla e di stare assolutamente tranquillo. Io ovviamente non lo sono e chiedo suggerimento a voi su come comportarmi. Ho 37 anni. Non ho dolori da nessuna parte ora. Se non che questo problema di colore. Sto assumendo anche integratori a base di uva e cranberry per igienizzare le urine ma non so davvero cosa pensare. Qualcuno di voi puoi suggerirmi qualcosa?
Grazie molte a tutti!

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Abbiamo qualche dubbio che un intergratore alimentare possa "igienizzare" le urine, posto che di questa "pulizia" lei abbia veramente bisogno. L'estratto di mirtillo rosso ha al limite altre indicazioni. A parte questo, la presenza di tracce di sangue nel liquido seminale non è considerata molto preoccupante dall'urologo, a differenza della presenza di tracce macroscopiche nelle urine. Negli esiti recenti di un probabile episodio irritativo della prostata (non è detto fosse di origine infettiva), si possono giustificare alterazioni nell'aspetto del liquido seminale. In assenza di particolari disturbi e contando sul fatto che lei sia già sotto attento controllo specialistico, diremmo che non vi siano particolari ed ulteriori indicazioni terapeutiche. E' molto probabile che la situazione si stabilizzi nell'arco di alcune settimane.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing