Utente 550XXX
Buonasera, ho delle perplessità da tempo e spero che possiate farmi un po' di chiarezza! Grazie in anticipo.
Ho notato che la pelle del pene del mio ragazzo, soprattutto nella zona del glande, è piuttosto asciutta. Non credo che "secca" sia l'aggettivo adatto perché non presenta screpolature o altre solite caratteristiche di una pelle secca, però al tatto non risulta né morbida né elastica, al contrario mi sembra piuttosto "rigida" per così dire. Inoltre ha un colorito pallido a mio avviso, tendente al giallino, il che mi sembra strano data la consistente irrorazione sanguigna durante l'erezione.
Oltre a ciò, ho notato un'altra cosa che mi ha sorpresa molto: usando sempre il preservativo non ho mai visto il suo sperma "per intero", ma quando lo toglie sul pene restano residui granulosi, anche piuttosto grandi, di un bianco intenso. Non sono gelatinosi, al contrario, sembrano come porosi, come una schiuma molto fitta e compatta.
Ora, lui si rifiuta di fare una visita sostenendo che sia totalmente normale, io lo spero, ma non ne sono sicura sinceramente. Cosa potrebbe essere? C'è la possibilità che sia un'infezione batterica trasmissibile? Grazie ancora.
P.s. ha 25 anni, è in salute, non ha disfunzioni sessuali, non è circonciso (al contrario, quando è a riposo ha moltissima pelle in eccesso) e non prende farmaci che io sappia.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se il suo attuale partner avesse qualche problema serio all'apparato urogenitale sarebbe probabilmente molto preoccupato per la presenza di disturbi sia urinari che genitali. Abbiamo idea che lei si stia facendo delle preoccupazioni inutilmente. D'ogni modo, ogni maschio dovrebbe sottoporsi ad una visita urologica almeno una volta ogni 10 anni, anche in assenza di disturbi. Provi lei a convincerlo facendogli presente quante vole lei è stata dal suo ginecologo nello stesso periodo (immaginiamo molte di più)!
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing