Utente 432XXX
Buonasera Dottori, purtroppo sono ancora qui a chiedere consulti e aiuti su questo problema che ormai sta durando dal 2016...

Riassumo tutte le visite raccontate in post precedenti a cui nn posso aggiungere gli sviluppi
Situazione passata e attuale dolore prima al testicolo dx e poca erezione, adesso dolore focalizzato sul sx
1 dottore 10/2017:

Dopo visita esame culturale esito negativo e mi da levoxigram e medrol da prendere intera, metà e 1\4
Dopo la cura nessun risultato dopo i 15 gg dalla fine della cura, un giorno ho avuto pulsazione e dolore al testicolo dx e leggeri miglioramenti e poi problemi ripresentati

2 dottore 11/2017

Prima visita: esame culturale e flogeril
Seconda visita: esame culturale fatto in un laboratorio idoneo e positivo allo staphilococco, mi da avalox e fluimucil x 10gg e dopo 1 mese ripeto esami culturali
Terza visita: esame culturale negativo e mi da deprox 2 x 15gg e topster x 7gg dopo 2 mesi ritornare per massaggio prostatico
Quarta visita: massaggio prostatico e ripetere esami
Quinta visita: esame negativo e stupito come mai avessi la prostatite senza infezione..mi dice di ritornare con la vescica piena per la flussometria
Troppo spreco di soldi e tempo e nn sono più andato...
Di mio riprovo a prendere deprox in quanto era stato l'unico farmaco a farmi sentire meglio.
Da solo rifaccio esami con clamidia e come sempre negativo e prendo ciproxin 1 al gg e deprox 2 al gg

Dopo 2gg di ciproxin vengo visitato in ospedale:
3 dottore 06/2018

Prima visita: faccio vedere tutti i tentativi fatti compresi gli ultimi esami culturali e clamidia ritirati la mattina stessa prima della visita e mi dice dice che nn devo fare di testa mia...E mi da ciproxin 2x20gg, deprox 1x60gg e riflog x 15gg
Seconda visita: Dopo la cura leggeri miglioramenti e mi da solo serenoa 1x90
Terza visita: tampone uretrale ed esito negativo e nn so che pesci pigliare...
Una notte vengo svegliato dal dolore che ho quando eiaculo o vado di corpo e
Ritorno dal dal 1 dottore 20/02/2019

Dopo la visita mi dice che nel mio caso la cura cortisonica è la migliore e riscontra infiammaz su entrambi i testicoli e calcificaz da vecchie infezioni
Mi da bactrim 2x20gg (solo x cambiare molecola visto che avevo già preso levoxigram avalox e ciproxin) medrol 5gg sana 10gg metà e 5gg 1/4, mictalase 1x10gg e novixon 1x90gg e x 1 anno da prendere 1 mesi alterni
Risultato che dal 4gg in poi avevo erezioni mattutine, meno dolori, rapporti più soddisfacenti durature ed erezioni potenti forse avute solo a 15 anni....
Dopo i 20gg erezioni mattutine quasi assenti e di nuovo problemi a mantenere l'erezione
Convinto che i miglioramenti erano stati causati dal mictalase (visto che tutti i dottori mi hanno sempre detto che la prostata è un organo difficile da raggiungere) chiamo il dottore spiegando il tutto e mi dice che posso fare dei cicli di mictalase 10gg al mese.
Dopo sesto gg di mictalase sento di nuovo dolori ai testicoli...
Qualche suggerimento...?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Sulle virtù miracolose di codeste supposte ci permettiamo di avere qualche dubbio, ovvero, si tratta comunque di coadiuvanti che possono al limite influire sui disturbi irritativi, ma ben difficilmente su quelli funzionali. Vi è poi sempre la possibilità di un effetto placebo che ci pare lei abbia già dimostrato in passato per altri prodotti. La sua è certamente una situazione complessa, ancorché benigna, di irritazione prostatica a decorso prolungato. Non è certamente qui che possiamo affrontare il problema, che comporta il contatto diretto e continuo con unomspecialista con il,quale si intrattenga un buon rapporto di comunicazione e fiducia. La nostra posizione, sempre ribadita nei nostri consulti, è indirizzata alla massima parsimonia nella prescrizione di antibiotici e invece nella grande attenzione allo stile di vita (in particolare alla funzione intestinale) che deve essere in ogni sua espressione indirizzato ad una generale regolarità.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 432XXX

Buonasera Dottore e grazie per la risposta.
Sono consapevole del fatto che qui nn potrò risolvere il mio problema...non ci sono riuscito durante i 2 anni figuriamoci..
Il mio è un ennesimo tentativo cercando consiglio da dottori con esperienza, non sto dicendo che dove sono stato non erano bravi o con poca esperienza, ma probabilmente, come ha detto lei pochi avranno avuto casi complessi come il mio...e magari sono riusciti a risolverli...e spero il prima possibile di dirlo anche su di me una cosa del genere.
Sul fatto delle supposte, come avevo descritto, ho pensato da solo che fossero state loro a dare i miglioramenti, perché se la prostata è difficile da raggiungere di sicuro non sarà stato ne l'antibiotico dato per esclusione, ne il medrol e ne il novixon che continuo a prendere. Se nn sono state le supposte a darmi i miglioramenti allora sarà stato l'antibiotico che alla fine si è rivelato quello giusto oppure è stato il medrol perché col novixon, con tutto che continuo ad assumerlo non mi avrebbe causato questa ricaduta.
Ho richiamato il dottore e mi ha detto di rifare gli esami colturali e di ripetere la terapia, nel caso positivo di risertirlo per cambiarmi l'antibiotico...