Utente 108XXX
Salve, ringrazio anticipatamente chi mi risponderà.
A metà febbraio in seguito ad alcuni fastidi eseguo tampone uretrale e risulta positivo allo stafilococco emolitico,mi reco dall urologo e mi da 6 intramuscolo di rocefin... Risultato debellato subito come da tampone eseguito dopo 15 dall ultima iniezione.
A metà maggio si ripresentano i fastidi eseguo ulteriore tampone e risulta positivo allo stafilococco warneri mi reco nuovamente dall urologo che mi prescrive altre 6 intramuscolo di gentamicina cura che risulta inefficace ripetendo il tampone dopo 15 giorni. L urogolo di fiducia mi prescrive nuovamente antibiotico questa volta per bocca Cefixoral 400mg per 1 settimana... Sintomi diminuiti ma nn spariti del tutto con alti e bassi continui.
Ora sono esattamente 15g dall ultimo antibiotico ma i sintomi sono sempre gli stessi e molto fastidiosi , crampi sul pene, dolore ai testicoli, quindi oggi ho ripetuto urine, spermicultura e tampone di cui avrò risposta a breve ma ho gia la vaga sensazione che l infezione batterica ci sia ancora.
Possibile che sia così difficile da debellare questo batterio??
Sono un po spaventato perché avendo gia fatto due cicli antibiotici non hanno dato alcun effetto è possibile???
Poi vorrei sapere cosa è questo stafilococco warneri che su Google non di trova molto, come si contrae? Può essere una ricaduta del primo stafilococco che è stato trovato a febbraio (s. Emolitico)?? Oppure è una cosa del tutto nuova??
C e una cura specifica che potete consigliarmi?
Grazie mille!

[#1]  
Dr. Luca Di Gianfrancesco

24% attività
20% attualità
4% socialità
ROMA (RM)
ALATRI (FR)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2019
Salve
l'unico modo di debellarlo è trattarlo, in base ai referti dell'antibiogramma
non si può dire se è una nuova infezione o una precedente non debellata completamente
Auguri di pronta guarigione
Cordiali saluti
Dr. Luca Di Gianfrancesco