Bisogno impellente di urinare

Buongiorno,
ho 33 anni e a dicembre, per la prima volta, per un periodo di poco superiore alle due settimane, ho avuto l'impellente bisogno di andare a urinare.
Anche una volta ogni ora.
Il mio medico pensando fosse cistite mi ha fatto fare per 6 giorni la Ciprofloxacina ma niente.
Dopo un po' ho curato l'alimentazione e tolto alcol e caffè.
Ho provato anche il Monuril (su suggerimento di un amico nefrologo) ma niente, solo effetti collaterali fastidiosi (diarrea).


Mi passa tutto e per circa 15/20 giorni sto bene.


Adesso è da più di due settimane che sto di nuovo come prima: questa cosa mi sta mandando letteralmente ai matti.
Ho fatto visita da urologo, ho fatto PSA, ecografia, esame delle urine, urinocultura senza aver preso antibiotici, spermiocoltura, RICERCA MYCOPLASMA E UREAPLASMA: tutto negativo, niente di rilevante.


Quando mi è venuta la prima volta era in un periodo di stress e proprio mentre la mia compagna mi ha parlato di alcuni esami che avrei dovuto fare (stiamo cercando una gravidanza da tempo) mi si è acceso come un bottone "bruciore e stimolo ad urinare" e non si è più spento per il periodo di cui sopra.
Assurdo mi sia venuto proprio parlando di quello ma così è.


Quando mi è tornata a inizio gennaio invece ero piuttosto tranquillo, durante le vacanze di Natale.
Infine quando mi è passata la prima volta, quasi di colpo, non ero certo disteso e rilassato ma nel pieno del lavoro.
Quindi da un lato penso centri la testa dall'altro no.


Se anche fosse in parte psicosomatico (ormai ho il chiodo fisso e conto anche quante volte vado al bagno) come può uno non pensarci tutto il giorno se lo stimolo resta "sempre attivo"?


Di notte a volte mi sveglio 2 volte a volte dormo 7 ore di fila senza problemi.

Zero sangue nelle urine, zero fatica a espellere l'urina, nessun dolore nel fare sesso.
Non faccio neanche due gocce ma proprio la pipì normalmente.
Ho solo un bruciore (abbastanza lieve) che va e che viene e questo stimolo quasi onnipresente che invece inizia a essere molto greve.
Ci sono giorni in cui va un po' meglio ma comunque no riesco a uscire da questo loop e la mia qualità della vita inizia a risentirne in maniera importante.


Avete dei suggerimenti?

Grazie molte.
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,4k 413 2
caro lettore
si faccia vedere e seguire dal suo specialista, urologo
per valutare bene la situazione urogenitale
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa