Utente 283XXX
Salve,
Premetto che trovo all'estero (Irlanda) e dato che non conosco il livello di qualità del sistema sanitario irlandese vorrei un consulto di qualche medico in patria.

1) Ottobre 2012. Ho notato un ulcera sul glande mi sono recato dal medico e dopo una serie di test presso un centro specialistico mi è stata diagnosticata la Sifilide primaria recentemente contratta.
2) Novembre 2012. Sono stato trattato con due iniezioni di penicilina nello stesso giorno.
3) Dicembre 2012. A distanza di un mese ho fato il test di controllo e il medico curante mi ha detto che il valore di RPR era 8, in leggero rialzo rispetto al mese precedente ma che a un mese di distanza dal trattamento è possibile un incremento di tale valore e che si avrà un quadro con il risultato del test sucessivo che dovrò fare la prossima settimana.

Premetto che a seguito della diagnosi dell'infezione mi è stato detto che non era nulla di preoccupante e che la guarigione sarebbe stata facile e che non avrei dovuto astenermi dal avere rapporti sessuali per un mese.
Ora dato il livello RPR 8 dell'ultimo test effettuato a dicembre il medico mi ha detto di continuare ad astenermi dall'avere rapporti sessuali il che dato quello che mi era stato detto inizialmente mi ha fatto sorgere dei dubbi sull'efficacia della cura che mi è stata somministrata. Vi pondo dunque le seguenti domande:

1) E di fatto una malattia grave di cui preoccuparsi seriamente? Si guarisce completamente e velocemente da questa malattia (fase primaria) o e necessario continuare a fare controlli per molti anni?
2) Un incremento del RPR ad un mese dal trattamento è normale o significa che devo essere trattato nuovamente?
3) Perchè all'inizio mi era stato detto che in un mese sarei guarito e che avrei potuto tornare alla vita di prima (sessualmente parlando) e ora mi viene chiesto di aspettare un altro mese? sono potenzialmente ancora contaggioso?
4) Se comunque il trattamento nei prossimi mesi si dimostrasse efficace posso tornare ad avere una vita sessuale normale? e qualora trovassi una fidanzata posso stare tranquillo qualora dovessi avere un rapporto non protetto?
5) Premesso che non ho avuto alcuna ulteriore eruzione cutanea ad eccezione della prima e unica sul glande, guarita oramai da 2 mesi anche con un semplice bacio (francese) in questo momento posso essere contagioso? In generale il contagio con un bacio è difficile e raro o ha le stesse potenzialità contagiose di un rapporto sessuale genitale?

Vi prego di numerare le risposte secondo le corrispondenti domande.

Ringrazio in anticipo per il consulto

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentile utente

lei ha prodotto un test assolutamente aspecifico per la sifilide; dovrebbe concertarsi con un dermatologo venereologo anche nella zona ove vive e programmare oltre la visita dei test sierologici accurati e specifici SOLO per questa malattia

la VDRL o RPR da sola non può bastare per seguire l'iter di questa infezione sessualmente trasmissibile.

carissimi saluti
[#2] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dottoressa,
la ringrazio per la risposta.
Sono seguito da una clinica pubblica specializzata per le malattie sessualmente trasmissibili.
Il problema è che non so se sia stato fatto solamente l'RPR o se vengano fatti altri test. Ho provato a chiedere diverse volte una copia dei risultati delle analisi ma non mi vengono fornite.
L'ultimo risultato delle analisi che mi è stato comunicato è quello del RPR con riferimento al campione di sangue prelevato ad un mese di distanza dal del trattamento con penicilina.
Mi è stato comunicato un valore di RPR pari a 8 e mi è stato detto che era in lieve rialzo rispetto a prima del trattamento, ma che secondo loro è possibile vedere un incremento di tale valore nel primi mesi a seguito del trattamento.

A quali tipologie di test dovrei sottopormi per capire se la cura ha avuto efficacia?

Le chiedo se gentilmente potrebbe rispondermi a tutte le domande che ho posto nel consulto perché vorrei togliermi alcuni dubbi e avere maggiore consapevolezza di quello che mi sta accadendo.

Grazie