Rischi gravidanza

Salve dottori, sono un ragazzo di 24 anni vergine che non è mai riuscito a masturbarsi, motivo per cui ho delle polluzioni notturne ogni 3 giorni su per giùi. Spero che possiate aiutarmi ad avere una volta per tutte chiarimenti definitivi su alcune situazioni, dato che sul web i pareri al riguardo sono mo, lto discordanti. Quando ho queste polluzioni sono sempre piuttosto attento a pulire sanitari, lavarmi e cambiarmi senza problemi dato che ne soffro da qualche anno ormai e mi sono abituato, ma ho sempre una grandissima paura: quella di lasciare "tracce" di sperma" che potrebbero venire a contatto con la vagina di mia madre e che lei possa rimanere incinta. Le situazioni su cui ho dubbi sono molte, e spero che possiate tranquillizzarmi almeno su alcune: Per esempio ho paura che mia madre, maneggiando per il bucato al mattino i miei slip sporchi sperma "fresco" eiaculato la sera prima (a volte anche solo alcuni minuti prima) possa fare un bidet senza lavare le mani e rimanere incinta;
Ho paura di poter lasciare tracce di sperma sui sanitari e che mia madre possa unsando lo stesso water venire a contatto questo sperma con la sua vagina, o anche con le gambe o il sedere e che questo poi possa "colare" nella sua vagina.
Per cui vi chiedo dottori, è possibile che si instauri una gravidanza nelle modalità indicate? So che affinchè si instauri una gravidanza c'è bisogno di una penetrazione completa o comunque di un mezzo veicolante come un dito, ma non so se ciò possa accadere anche attraverso un bidet. Grazie in anticipo
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,8k 1,2k 1k
Gentile lettore,

non so se lei è una persona molto disinformata oppure un burlone che imperversa su internet con questa storia del "bidet ed altro".

Se non è un burlone si tranquillizzi, le modalità per avere un figlio non sono fortunatamente quelle da lei indicate; se lei è un burlone forse è bene cambiare burla!

Sempre, se non è un burlone, come spesso ripeto da questo sito vista anche la sua "giovane" età dichiarata, approfitti di queste "ignoranze" e non sicurezze , per conoscere finalmente, se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Impari dalle sue compagne e dalle donne che la circondano che sicuramente, alla sua età, già conoscono il loro o la loro ginecologa e hanno informazioni basilari andrologiche che lei sembra non possedere.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

Gravidanza: test, esami, calcolo delle settimane, disturbi, rischi, alimentazione, cambiamenti del corpo. Tutto quello che bisogna sapere sui mesi di gestazione.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio