Utente 382XXX
Buon giorno, scrivo per avere degli ulteriori pareri dopo avere gia' effettuato visite specialistiche da diversi Andrologi spesso con pareri parzialmente contrastanti. Ho 23 e da che ho memoria ho una curvatura congenita del pene lieve verso sinistra, 10 gradi, e piu accentuata verso il basso, 45 gradi, i dati sono stati forniti da un andrologo dopo una morfometria penina. La curvatura, esclusi lievi fastidi a se conda della posizione nel rapporto, non mi ha mai dato particolari fastidi in erezione piena, il fatto e che molto spesso non riesco a raggiungere un erezione completa, anche se quasi sempre sufficiente ad avere un rapporto, mi e stato detto che e una condizione molto frequente per chi ha il pene curvo. Sempre a seguito della morfometria mi e stato detto che il mio pene misura 11 cm di circonferenza, 18 cm sul lato superiore e 15 cm sul lato inferiore, disparita che da appunto la curvatura verso il basso. Da uno dei due specialisti mi e stato consigliato di sottopormi a un intervento di raddrizzamento del pene, il quale avrebbe anche risolto le difficolta di erezione, con l unico contro che avrebbe accorciato il pene di circa un centimetro riportando il lato superiore alla lunghezza di quello inferiore, dall altro specialista mi e stato invece detto che quest intervento non da una maggiore qualita dell erezione ma solo un raddrizzamento del pene e mi ha consigliato di assumere farmaci, pur avendogli detto che i miei rapporti sono abbastanza spesso soddisfacenti, anche se non sempre. in piu attribuisco spesso i miei problemi a cause psicologiche. Date queste informazioni ho alcune domande da fare che mi tengono sveglio la notte a volte. L intervento di correzione della curvatura da o meno una qualita migliore dell erezione? E` veramente indispensabile che assuma direttamente dei farmaci sempre prima provare a trovare altre soluzioni che non li renda necessari? Le difficolta di erezione con gli anni aumenteranno in maniera normale come un normale individuo o in maniera maggiore Ultima domanda ma piu importante, io per tutta l eta' infantile e adolescenziale ho fatto praticato una masturbazione oltre che tradizionale anche alternativa che ho scoperto poi chiamarsi TMS, premevo il pene su una superficie in posizione prona tenendolo curvo proprio nel verso della curvatura che ho io, e possibile che mi sia procurato da solo la mia curvatura? e in tal caso potrebbero esserci differenze nelle diagnosi e soluzioni che mi sono state fornite?
Riconosco che sono molte domande e ringrazio infinitamente per le eventuali risposte e chiarimenti!
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

la curvatura del pene non può essere stata determinata da fattori esterni
E' la prima volta in 35 anni di attività andrologiuca che sento parlare di un esame "morfometria del pene" forse la semplicissima misurazione del pene diventa un"ESAME" ?
Spesso le curvature congenite del pene si associano ad un imperfetto funzionamento del Sistema VenoOcclusivo Cavernoso con qualche problema per raggiungere una ottimale rigidità e mantenerla nel tempo.
Se ho un pene "curvo" non perfettamente rigido potrei avere qualche difficoltà penetrativa mentre con un pene "diritto" avrei meno problemi.
Sono dell'avviso che una curvatura non eccessiva possa essere mantenuta senza grossi problemi sessuali
provi a mandarmi qualche foto del pene in erezione per una valutazione più "concreta"
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 382XXX

Buongiorno dottore,
Grazie mille della risposta, l esame che ho fatto si chiama proprio Morfometria penina, e credo consista esclusivamente nel misurare il grado di curvatura. Provvederò quanto prima a mandare foto per permetterle una miglior valutazione, intanto le chiedo se, secondo lei, un intervento per raddrizzare il pene da benefici anche sulla qualità dell' erezione, e nel caso, la qualità e la durata dell' erezione posso essere migliorate in altri modi?
Grazie mille ancora

[#3] dopo  
Utente 382XXX

Buongiorno dottore, sto notando ora che qui non è possibile allegare foto o link per inviarle le foto richieste. Sbaglio? Come posso farle avere le foto? Anche se la mia preoccupazione principale più che la curvatura resta su quanto essa vada a influire su una rigidità del pene normale in erezione.
Ringraziato ancora infinitamente.
Mi faccia sapere cosa ne pensa.

[#4] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MODENA (MO)
LUGO (RA)
BOLOGNA (BO)
PARMA (PR)
VERONA (VR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
i dati della morfometria peniena che ci riporta, se ottenuti correttamente,E CON I FORTI LIMITI DI CONSIDERAZIONI VIA WEB, indicano in sintesi un pene sottile per quella data lunghezza, e curvo. Parrebbe essere abbastanza sottile per quella lunghezza tanto da richiedere troppa pressione per diventare pienamente rigido ("difficoltà erettile su base geometrica"). Di principio correggendo la curvatura e avendo un pene con i due lati di 15 cm, il pene sarebbe sottile ma per una lunghezza minore, quindi dovrebbe richiedere minor pressione per diventare rigido, ed in tal senso POTENZIALMENTE migliorare l'erezione, oltre a produrle un pene diritto che permetta una più agevole penetrazione. Naturalmente questi princìpi generali vanno valutati nello specifico della sua situazione.
Cordialmente,

Dott. Edoardo Pescatori
www.andrologiapescatori.it

[#5] dopo  
Utente 382XXX

Gentili medici;
Grazie per l ulteriore considerazione. Penso di essere abbastanza deciso a sottopormi alla intervento correttivo, su cui però sono abbastanza rimorso di un esito negativo: non c'è possibilità che in seguito alla intervento posso sviluppare problematiche di erezione molto accentuate o una perdita di sensibilità nel pene? L intervento da risultati pari a una condizione normale o lascia "strascichi" di sintomi, fastidi e dolori nel tempo?
Grazie ancora infinitamente della vostra cortesia!
Attendo risposte

[#6] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MODENA (MO)
LUGO (RA)
BOLOGNA (BO)
PARMA (PR)
VERONA (VR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
queste sono domande - assolutamente legittime - che però è corretto che lei ponga al Chirurgo che la opererà, che sa che tecnica specifica utilizzerà.
Cordialmente,

Dott. Edoardo Pescatori
www.andrologiapescatori.it

[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

non è semplice giudicare una situazione "peniena" sul WEB
serve una valutazione diretta da parte di uno specialista andrologo chirurgo.
se lei va in uno dei miei siti potrebbe trovare anche l'inidrizzo email
per una trasmissione di una o più foto
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org