Utente 487XXX
Buonasera,
Ringrazio anticipatamente a chi vorrà rispondermi ed in qualche modo rassicurarmi e mi scuso per la spiegazione poco scientifica...
Sono un ragazzo di 28 anni e che da ben 4 soffre di induratio penis plastica...nel 2014 durante autopalpazione mi accorsi di un "nodulo" al centro dell'asta del pene e dopo un consulto presso uno specialista della mia città mi fu diagnostica l'ipp...feci 8 infiltrazioni di cui 4 verapamil e 4 bentelan...all'inizio sembrava che la malattia si fosse fermata così ma nel tempo hanno iniziato a formarsi altre placche prima sulla base e poi vicino al glande allora decido di andare in visita da un altro urologo che mi consiglia solo di prendere la vitamina E (peironimev) e di aspettare che la malattia si sarebbe arrestata così...ma purtroppo oggi dopo ecodoppler dinamico mi ritrovo con un placca calcificata su quasi tutto il corpo cavernoso sinistro e una alla base del destro sto eseguendo la terapia verapamil tramite ionoforesi ma i dolori sembrano solo accentuarsi...premetto che nonostante tutto non soffro di disfunzione erettile e che la curvatura se ho eseguito correttamente la misurazione è di 30 gradi a sinistra...visto che sto diventando ipocondriaco dato le remote possibilità che la malattia si arresti cosa mi consigliate di fare?
Grazie anticipatamente per la risposta

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
PERUGIA (PG)
ROMA (RM)
JESI (AN)
PORTO SAN GIORGIO (FM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve
se dopo quattro anni è ancora presente dolore locale è verosimile che la ipp sia ancora in evoluzione. La cosa andrebbe forse meglio rivalutata e potrebbero essere messe in pista alcune alternative alla vitamina E e alla iontoforesi.
cordialmente
Dr Giulio Biagiotti
www.andrologiaonline.net

[#2] dopo  
Utente 487XXX

Buongiorno,
Intanto la ringrazio per la celere risposta...quale terapia mi consiglia a questo punto che possa essere efficace almeno nel fermare la progressione della malattia?
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
PERUGIA (PG)
ROMA (RM)
JESI (AN)
PORTO SAN GIORGIO (FM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
la situazione andrebbe prima rivalutata
Dr Giulio Biagiotti
www.andrologiaonline.net

[#4] dopo  
Utente 487XXX

io sono di Viterbo...quale è il centro più vicino dove lei mi può ricevere?

[#5] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
PERUGIA (PG)
ROMA (RM)
JESI (AN)
PORTO SAN GIORGIO (FM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
guardi nel sito...www andrologiaonline.net
Dr Giulio Biagiotti
www.andrologiaonline.net