Utente 488XXX
Buongiorno,
Vi scrivo per un parere.

La scorsa estate, mi erano comparsi dei taglietti sul pene e ho deciso di svolgere una visita urologica per approfondire.
Il medico mi ha visitato e ha notato una fimosi, consigliandomi una circoncisione. Entro in lista d'attesa (un anno circa).

Nel frattempo, mi rendo conto di avere qualche problema di disfunzione erettile e che durante le erezioni, non riesco a far scorrere il prepuzio fino al termine del glande.

Prenoto e svolgo (oggi) dunque una visita da un medico urologo/andrologo, gli spiego tutto quanto e mi comunica, dopo una breve visita, che il mio è un semplice problema di ansia da prestazione, non ritenendo dunque necessaria la circoncisione.

Mi prescrive del cialis (5 mg 2 v/sett. per 3 mesi) e degli esami del sangue al termine della cura.

Sinceramente sono perplesso, non riesco a capire se la circoncisione sia o meno opportuna e se il cialis sia indicato o meno.

Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

situazione clinica complessa la sua : molto probabilmente lei presenza un anello fimotico ed in contemporanea un problema erettivo.

Generalmente è quest'ultimo problema clinico che si cerca di risolvere ma vedo che lei ha sollevato anche seri dubbi sulla procedura sia diagnostica e poi terapeutica del collega consultato ed in questi casi bene allora sentire eventualmente, sempre in diretta, un altro specialista.

Detto questo poi le ricordo comunque che sempre la visita medica specialistica reale rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi, quando possibile, un’indicazione terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com