Utente 443XXX
Buongiorno. Avevo già richiesto un consiglio post operatorio in questo sito e mi eravate stati molto d'aiuto.
Sono qui a chiedere un'altra piccola cosa.. Sono stato operato di fimosi un'anno fa ormai e, da quel momento, non ho mai avuto un rapporto sessuale (precedentemente all'operazione sentivo dolore ma era tutto nella norma). Mi ritrovo in questi giorni a provare ad avere un rapporto con la mia ragazza ma ho difficoltà nell'erezione. Premetto che lei è molto timida e la maggior parte del "lavoro" lo faccio io.. durante l'inizio dei preliminari utto nella norma, erezione completa. Piano piano l'erezione diminuisce fino a scomparire poco prima della penetrazione. Immagino possa capitare, ma non mi era mai successo, quindi volevo chiedere consiglio a voi.. può essere anche la lunghezza dei preliminari a diminuire gradualmente l'erezione? Per farvi capire, i preliminari sono durati circa un'ora, per la prima mezz'ora erezione completa, nella seconda mezz'ora diminuita e infine scomparsa.. che può essere? Fattore psicologico? Grazie, saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

quello che ci racconta farebbe pensare ad un problema con una forte carica psicologica ma ora bene sentire in diretta il suo andrologo di fiducia.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

https://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile .

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 443XXX

Vi ringrazio per la risposta! Potrebbe essere, io penso che possa essere stato il tempo e la "poca" stimolazione ricevuta.. possibile? Grazie

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
E' sicuramente una causa possibile!
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 443XXX

Grazie mille, vi farò sapere!