Utente 116XXX
Salve, sono un ragazzo di 29 anni. Ieri durante un rapporto il mio pene in erezione ha viloentemente colpito l'inguine della mia ragazza provocandomi molto dolore (dolore che ho avvertito alla base ed a metà dell'asta) che è durato per qualche minuto; inizialmente la qualità delle'erezione è diminuita ma sono riuscito a recuperare una buona turgidità ed infine a terminare il rapporto dopo che il dolore è svaito (lasciando in verità un leggero fastidio). Qualche minuto dopo ho avuto un secondo rapporto nel quale non ho riscontrato particolari problemi. Da ieri sera però avverto delle strane sensazioni nella regione colpita, amplificate forse dalla paura. Premettendo che non ho ne gonfiore, ne edema ne tumefazioni avverto una strana sensazione di intorpidimento ed un leggero dolore alla base del pene che aumenta con la palpazione. Non ho valutato lo stato ed il dolore in erezione temendo di peggiorare la situazione, oggi non ho avuto erezioni mattutine. Adesso mi chiedo se veramente possa essere successo qualcosa di grave. Devo recarmi da un medico specialista o posso stare tranquillo? Mi chiedevo inoltre se questo tipo di eventi si verificano frequentemente e in che misura possono incidere sulla qualità dell'erezione. Comprendendo a pieno i limiti di un consulto telematico a distanza aspetto una risposta, grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MODENA (MO)
LUGO (RA)
BOLOGNA (BO)
PARMA (PR)
VERONA (VR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
suggerirei di tenere la situazione sotto controllo. potrebbe essere opportuno farsi prendere in carico da un Andrologo localmente e farsi seguire con valutazione diretta (innanzitutto visita ed eventualmente, a giudizio del curante, anche ecografia). Ci faccia poi sapere.
Cordialmente,

Dott. Edoardo Pescatori
www.andrologiapescatori.it

[#2] dopo  
Utente 116XXX

Gentile Dottore grazie per la risposta. Ad oggi la situazione è un po cambiata, non ho dolore ne gonfiore a riposo però non sono tranquillo. Ho notato che le erezioni matuttine sono scarse e non riesco a raggiungere una buona turgidità in erezione. Ieri ho avuto un rapporto completo con la mia ragazza, soddisfacente per entrambi però avverto che non ho la piena sensibilià del pene. Al momento vivo l'erezione con un po di stress, impaurito soprattutto di poter provare dolore (qualche fitta dolorosa in erezione l'ho forse avvertita). Da due giorni inoltre avverto costantemente il glande freddo, quasi come fosse bagnato. Comincio veramente a temere adesso, ho prenotato una visita urologica ma passeranno ancora 10 giorni prima dell'appuntamento mentre il problema sembra peggiorare. Pena si possa trattare di qualcosa di grave o la componente psicologica mi sta giocando un brutto scherzo? La ringrazio in anticipo per la risposta.