Utente 492XXX
Sono un ragazzo di 26 anni, ho sempre sofferto di eiaculazione precoce. Da un anno, in accordo con il mio medico di base, ho iniziato a sfruttare glo effetti off label degli SSRI, ma con alti e bassi. Racconto ora la mia storia.
Ho iniziato con la duloxetina 30 mg/die e ho notato nell'arco di 2 giorni subito dei notevoli miglioramenti. Dopo un periodo iniziale a 30 mg ho alzato la dose a 60 mg, sino a scomparsa dell'effetto ritardante dell'eiaculazione per poi successivamente passare a 90 mg/die. Questo dosaggio però produceva innumerevoli effetti collaterali, tra i quali stipsi, pancia gonfia, difficoltà dell'erezione. In accordo con il medico di base ho scalato e poi interrotto l'assunzione per poi passare ad assumere la paroxetina iniziando con un dosaggio iniziale di 20 mg per poi, sempre con le stesse modalità sopra descritte passare a 40 mg. Dopo un mese di terapia con 40 mg a causa degli innumerevoli effetti collaterali non sono passato a 60 mg ma ho scalato e interrotto. Ora assumo la fluoxetina, partito da 20 mg e poi aumentato a 40 mg a causa del "non effetto off label del farmaco. Se la situazione non dovesse" risolversi, cosa mi suggerite di fare?

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,personalmente,non ho mai prescritto antidepressivi con finalità legate al ritardo della eiaculazione,sfruttando degli effetti off label che sono palesemente causa di svariati effetti collaterali.Ha provato la dapoxetina?L'esame obiettivo é negativo?Consulterei uno specialista e non sottovaluterei la necessità di una consulenza psicosessuologica non alternativa,bensì di supporto.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it