Utente cancellato
Salve,
la scorsa settimana io ed il mio compagno (21 anni io e 25 lui) abbiamo ricevuto i risultati del suo spermiogramma. L'esito è stato: assenza di spermatozoi e colorito trasparente dell'eiaculato. Abbiamo effettuata una visita da un andrologo che ci ha spiegato che non si tratta di una azospermia ostruttiva, che la dimensione dei testicoli è nella norma e non è affetto da varicocele. Detto ciò, ci ha fatto una richiesta per effettuare analisi del sangue per verificare i livelli di LH, FSH (ed altri valori). Che ritireremo nei prossimi giorni. Con un quadro di questo genere cosa dovremmo aspettarci dalle analisi? Trattandosi comunque di un ragazzo giovane, ci sono possibilità di "rimediare" e riuscire ad avere una gravidanza naturale? Vorrei precisare che la madre e la sorella del mio ragazzo soffrono entrambe di problemi legati alla tiroide. Ciò potrebbe influire? La tiroide potrebbe essere la causa del problema?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

bene in questi casi oltre alle indagini ormonali avere a disposizione una attenta e completa valutazione ecografica delle vie uro-seminali e alcune indagini citogenetiche come mappa cromosomica, ricerca microdelezioni del cromosoma Y; risentite ora il vostro andrologo di riferimento e nel frattempo si legga o rilegga, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
494844

dal 2018
Salve,
intanto grazie per la sua attenzione. Alla prima visita dall'andrologo il mio ragazzo ha effettuato un primo controllo da cui la situazione fisica è risultata buona. Nessuna ostruzione, nessun varicocele e testicoli delle giuste dimensioni (15ml). L'andrologo ha richiesto analisi del sangue (LH,FSH, testosterone libero, PRL, TSH, AFP, LDH, betaHCG) ed un consulto genetico. Quello che vorremmo capire è se è troppo utopistico sperare di risolvere il problema attraverso qualche cura farmacologica o con un intervento, al fine di un concepimento naturale. Grazie ancora, e mi scuso se i dati sono ancora pochi ma abbiamo iniziato a muoverci soltanto adesso.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

tutto dipende dalla diagnosi finale a cui si arriverà.

Seguite ora, in modo preciso ed attento, tutte le indicazioni che sempre il vostro andrologo vi darà.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
494844

dal 2018
Tra le analisi del sangue che il nostro andrologo ci ha prescritto ho notato che c'è un valore che riguarda la tiroide. Come avevo già scritto, nella famiglia del mio ragazzo sia la madre che la sorella hanno effettuata un'operazione per asportare dei noduli. Un problema tiroide potrebbe causare azospermia? Ho letto che in alcuni casi i problemi alla tiroide comportano un peggioramento della qualità dell'eiaculato... Grazie ancora per l'attenzione

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ha letto bene, difficilmente un patologia alla ghiandola tiroidea determina una azoospermia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
494844

dal 2018
Salve,
questa mattina abbiamo ritirato le analisi che secondo me sembrano nella norma. Ovvero:
LDH 208 (v.r 140-248)
TSH 0.92 (v.r 0.38-5.33)
ALFA FETO PROTEINA 2.4 (v.r <10)
BETA HCG 0.20 (v.r 0.00-5.00)
FSH 5.44 (v.r 1.27-19.26)
LH 7.61 (v.r 1.24-8.62)
TESTOSTERONE 3.11 (v.r 1.75-7.81)
PROLATTINA 10.63 (v.r 2.64-13.13)
SHBG 25.60 (v.r 18.20-135.70)
INDICE ANDROGENI LIBERI 42.15 (v.r 24.30-110.20)

Secondo lei questi esami possono definirsi buoni? Considerando l'azoospermia risultata dallo spermiogramma?

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Si ci porterebbero a pensare ad un problema ostruttivo ma ora sentiamo in diretta il vostro andrologo di fiducia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#8] dopo  
494844

dal 2018
Lei crede? Perché alla prima visita andrologica il nostro andrologo ha effettuato un ecografia scrotale da cui ha escluso cause ostruttive...ci ha detto che dal punto di vista fisiologico i testicoli non mostrano nessun problema evidente (nemmeno di volume...sono 15ml)...

[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, anche questi dubbi e una diagnosi sicura richiedono sempre una rivalutazione clinica diretta e completa sempre con il suo andrologo di riferimento.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#10] dopo  
494844

dal 2018
Dopo gli esami il nostro Andrologo aveva richiesto una consulenza genetica. Secondo lei è ancora necessario farla? Ho letto di molte persone che hanno riscontrato una microdelezione del cromosoma y. È ereditaria? Nessuno dei parenti più vicini al mio compagno (genitori, sorella, nonni zii e prozii) hanno auto problemi di sterilità...

[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene è corretto sentire ora un genetista e fare una valutazione in questo senso, con relativa ricerca di eventuali microdelezioni del cromosoma Y.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#12] dopo  
494844

dal 2018
Secondo lei, considerando gli esami piuttosto buoni, e non avendo trovato niente di rilevante dal punto di vista fisico, si potrebbe pensare che l'azoospermia sia dovuta a eiaculazione retrograda?
Gli ultimi esami delle urine del mio compagno (fatti a Gennaio e NON COLLEGATI allo spermiogramma) avevano evidenziato una densità quasi al massimo e dei filamenti mucosi all'interno. Cosa ne pensa?

[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
..."densità quasi al massimo e dei filamenti mucosi all'interno del campione di urine" purtroppo non ci viene indicata anche la presenza di spermatozoi.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#14] dopo  
494844

dal 2018
Si tratta di analisi delle urine fatte dal medico del lavoro, quindi non erano fatte con lo scopo di valutare la fertilità...potrebbe incidere?
Il nostro andrologo dopo aver visto gli esami ha escluso un azoospermia secretiva. Ed alla prima visita aveva escluso l'azoospermia ostruttiva. Come dovremmo procedere?

[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

purtroppo non posso, da questa prospettiva, darle una informazione mirata alle competenze in patologia della riproduzione umana del suo andrologo di riferimento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com