Utente 180XXX
Buongiorno, scrivo per un consulto

sono un ragazzo di 28 anni, esami del sangue, esami tiroide ok, visita andrologica + ecografia tutto ok

scrivo perchè noto nel mio pene in occasione di rapporti sessuali, poco reattività, ovvero non lo sento come normalmente dovrebbe essere (duro e in piena erezione con conseguente aumento flusso sanguigno)

sono stato visitato e il problema secondo dot sta nel fatto che assumevo gyno-canesten, causa candida e balanite/balanopostite e quindi collega il fatto che impotenza e disfunzione erettile sia legato al fatto del gyno-canesten che trascritto anche nel bugiardino effetti collaterali farmaco

naturalmente la terapia ha funzionato e ora non ho più nulla, gli effetti collaterali del gyno canesten, dovrebbero essere svaniti (impotenza, disfunzione erettile, ecc.) ma purtroppo da qualche periodo che sto osservando che in presenza di rapporti sessuali non mi sento eccitato a dovere, mi si indurisce poco e mi sento impotente causa disfunzione erettile, duro all'inizio e poi in presenza di atti sessuali sembra quasi "mezzo morto" e pian piano si accorcia

in altre parole, mi sento impotente con il pene "mezzo morto" disfunzione erettile, ecc. e non potrei mai fare bella figura a letto e sinceramente questa cosa se non si risolve la vedo drastica e mi potrebbe preoccupare perchè ogni volta farei brutta figura senza pensare al fatto vista la mia giovane età (28 anni) è da vergogna !

da qualche anno faccio una vita sregolata e andavo a dormire anche a orari improponibili (solitamente alle 4:30 ma a volte anche 5/6 del mattino e mi svegliavo quando volevo) ma da qualche mese avendo trovato nuovo lavoro, naturalmente sono costretto andare a letto presto e svegliarmi presto (entro l'una di notte ma spesso anche a mezzanotte e mezza o mezzanotte), non sono del settore ma potrebbe esserci stato un abbassamento di testosterone, ormoni vari, ecc. avendo ripresto i ritmi, cicli sonno-veglia è possibile ripristinare il tutto in modo del tutto naturale e quindi ritornare com'ero tanti anni fa o devo farmi aiutare con integratori per ripristinare e ricompensare il tutto ?


altro dettaglio che mi fa sospettare: quando sono a casa e rinchiuso in camera mia, se guardo un video, l'erezione arriva e come se arriva anche in tempi brevi è già duro quindi non mi sento affatto impotente perchè l'erezione dura parecchio tempo ma la mia domanda è questa:

perchè quando ho rapporti sessuali è una continua delusione con impotenza e disfunzione erettile ed è quasi sempre semi-duro (appena appena poco duro) ?


cosa posso fare per risolvere i suddetti problemi, evitando assumere farmaci visto alla mia età lo trovo vergognoso (28 anni) e come già detto dal dot mentre sono stato visitato dalla visita e dall'ecografia è emerso che non ne ho bisogno ma comunque mi trovo costretto assumere qualcosa per non incappare più in spiacevoli inconvenienti ?

assunzioni di farmaci ?
ormoni ?
testosterone ?
aumento/afflusso sanguigno ?
ossido nitrico ?

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Sarò breve, lapidario ed univoco. Niente di tutto questo: probabilmente problema di testa. Se ne accerti col collega. Probabilmente Utile colloquio psicologico
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 180XXX

Dott. Cavallini, sono stato vistato proprio da lei con ecografia e preferisco evitare parlare del suo carattere e in che modo alterato rispondeva.

sono stato visitato anche da altro specialist mi ha detto tutto ok ma la realtà non è questa !

assolutamente no, il mio non è un problema di testa ma sono preoccupato in quanto mi rendo conto che se la cosa non si risolve sarà sempre un continuo dispiacere e delusione !

farmaci come viagra, cialis, levitra, vitaros, ecc. vorrei evitare e non credo sia il caso assumere in quanto potenti e vanno assunti solo in pazienti gravi, quale non fa parte del mio caso.

invece, se ci fosse la possibilità sarei propenso assumere qualcosa di naturale, oppure integratori, oppure testosterone, oppure qualcosa per aumentare il flusso sanguigno, oppure ossido nitrico, oppure zinco, maca, ginko biloba, ecc.

in tal modo è dannoso per il pene avere vita sregolata (andare a dormire tardi verso mattina e svegliarmi quando voglio) e questo ahimè l'ho fatto per parecchi anni ma adesso avendo un lavoro e quindi aver ripreso un corretto ciclo sonno-veglia, vorrei ripristinare e recuperare i valori e per far questo mi volevo fare aiutare da cose leggere/naturali come quelle sopracitate sopra.

infine, sarebbe consigliato masturbarsi "smanettarsi" ogni tanto anche da soli per mantenere vivi i valori o meglio evitare e farlo solo in occasione di rapporti sessuali ?

a ogni modo se nn mi masturbo "smanetto" mantengo attuali i valori o rischio perdere qualcosa ?

[#3] dopo  
Utente 180XXX

Buonasera Dottori, gentilmente posso avere un consiglio che ormai mi preoccupa da tempo e mi mette molto a disagio:

ieri sera ho avuto un rapporto sessuale, mi sono vergognato tantissimo perchè la voglia di fare l'amore c'era ma purtroppo mi sono vergognato troppo perchè non siamo riusciti a fare niente.

La voglia c'era ma non riuscivo a eccitarmi , di conseguenza non mi si induriva, non raggiungevo l'erezione come se avessi un pezzo di carne tra le gambe completamente perso, quindi presumo si possa parlare di impotenza, disfunzione erettile, calo del desiderio, ecc.

pensare che la prossima settimana abbiamo detto da ripetere mi vergogno assolutamente perchè so che commetterei un'altra bella figuraccia, mi vergogno e mi sentirei a disagio.

al momento ho fatto questi esami e sono tutti ok: esami sangue, esami mts, esami tiroide, esami urine, esami feci

secondo voi è un problema di testosterone e quindi dal momento che lo assumo tutto ritorna nella normalità

se assumessi ossido nitrico si verificherebbe aumento sanguigno e quindi avviene l'erezione ?

maca, ginko biloba ?

mi sento in imbarazzo ed è vergognoso a 28 anni già avere questi problemi perchè sono ancora giovane e non posso andare avanti in questi modo ogni volta che mi si presenta un atto sessuale.

mi sento nelle condizioni di non poter fare più l'amore cioè per me a questo punto è la fine di tutto e devo risolvere tutto a tutti i costi !

il mio non è un problema di testa psicologico e solitamente qualche volta vado a letto tardi, secondo voi in questo modo ho ammazzato il testosterone ?

altra cosa: se il problema fosse nel testosterone e assumo per integrare, potrei risolvere ma perderei capelli, cosa che non voglio assolutamente perchè attualmente sono messo abbastanza bene, quindi mi ritrovo a un bivio: risolvo una cosa per ritrovare con la perdita capelli o viceversa.

cosa posso fare per risolvere entrambi i problemi mantenendo i miei capelli ?

sono un caso grave secondo voi e mi vedo costretto assumere farmaci come: viagra, cialis, levitra, vitaros, alprostadil, ecc.

ricordo sempre che ho 28 anni e non mi vorrei ridurre a farmaci così potenti

nel frattempo gentilmente a livello naturale qualche dottore gentile e cortese che mi indichi qualche farmaco naturale per capire se effettivamente il problema si differenzia ?

cosa posso assumere a livello naturale ?

ossido nitrico posso assumere ?


vi prego qualche dottore gentilissimo che possa aiutarmi o almeno migliorarmi perchè sono a pezzi.

vi scrivo con il cuore alla gola, attendo vostre info, grazie


cordiali saluti

[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
[#5] dopo  
Utente 180XXX

ahahahahah, non si arrampichi davanti agli specchi, la verità è un'altra e non mi faccia dire altro che ne avrei da dire nei suoi riguardi, di cose ce ne sarebbero da dire anche fin troppe, visto ero un suo paziente.

Saluti