Utente 432XXX
Cari Dottori,

Ho 33 anni e da circa 10 anni soffro di Disfunzione Erettile, non riesco ad eccitarmi se non previa stimulazione. Carezze, baci e coccole non scatenano alcuna reazione tanto per intenderci e talvolta se sono un po' stanco finisco col non riuscire ad avere un rapporto nemmeno stimolando il mio pene.

Dopo miriadi di visite andrologiche, tutte negative, ho iniziato a pensare che il mio problema fosse psicologico, legato alla mia passione per la pornografia. Mi masturbo costantemente 2-3 volte al giorno dall'etá di 16 anni, e l'ED é sovraggiunta in concomitanza del porno online, verso i 20 anni.

Ho letto su svariati siti che la pornografia online causa ED ed ho deciso di smettere, da circa 20 giorni credo di essere in quel periodo chiamato flatline in cui il pene continua a non funzionare perché il cervello deve fare il reboot.

Vorrei chiedere:
1) la teoria nofap e la flatline sono attendibili? Sono cioé sulla buona strada?
2) posso assumere cialis durante la flatline per avere rapporti con la mia fidanzata per non compromettere il rapporto?
3) ho il livello di testosterone basso, 12 nmol/g, può essere legato all' ED e a sua volta la masturbazione può causare l'abbassamento del testosterone?

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Marco Fasbender Jacobitti

24% attività
20% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANT'ANTIMO (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
facciamo un po' di chiarezza:
1) la pornografia online o di altro genere non causa eiaculazione precoce. L'eiaculazione precoce, nel suo caso, è strettamente correlata alle frequenti masturbazioni. Nel senso che il suo scopo è quello di arrivare all'orgasmo non quello di considerare quest'ultimo come il culmine dopo un rapporto sessuale. Ci sono varie tecniche per il recupero del tempo all'eiaculazione come lo "start & stop", ma comunque Le consiglio un consulto con un sessuologo essendoci una predominante componente psicologica
2) la masturbazione non causa la riduzione del testosterone. Per la risoluzione di questo problema Le consiglio di effettuare una visita andrologica.

Cordialmente.
Marco Fasbender Jacobitti, MD
www.andromed.it

[#2] dopo  
Utente 432XXX

Salve dott.Fasbender, grazie per la sua risposta innanzitutto, peró non soffro di eiaculazione precoce bensí di disfunzione erettile, fatico cioé ad avere un'erezione soddisfacente ad avere un rapporto.

[#3] dopo  
Dr. Marco Fasbender Jacobitti

24% attività
20% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANT'ANTIMO (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
Come già detto la situazione deve essere valutata con una visita andrologica anche in funzione dei livelli di testosterone riscontrati.

Cordialmente.
Marco Fasbender Jacobitti, MD
www.andromed.it