Utente 432XXX
Salve, sono Ugo, ho 31 anni e mi piacerebbe conoscere il parere di un esperto in merito al problema che da qualche tempo mi sta affliggendo.
Due anni fa, conseguentemente ad un periodo molto stressante lavorativamente parlando, ho assunto per 8 mesi, previa prescrizione medica, entact (10 mg) e xanax (0.3 a rilascio prolungato). Da allora ho notato una diminuzione della libido,aggravatasi ultimamente, difatti, negli ultimi mesi ho notato che la situazione è peggiorata, il tutto accompagnato da altri sintomi, quali affaticamento muscolare, sonnolenza e difficoltà nell'erezione. Ho deciso, pertanto, di rivolgermi ad un urologo / andrologo, dalla quale visita, sono emersi i seguenti risultati:
addome trattabile, non dolente, giordano negativo.
DRE: prostata di dimensioni regolari, a superficie liscia, pastosa, a limiti netti, con ectasia delle vescichette seminali.
Pene e testicoli nella norma.
Ho effettuato altresì delle analisi ormonali, i cui risultati sono i seguenti:
17 Beta ESTRADIOLO (E2) 34.0
LH 3.21
FSH 1.44
PROLATTINA 11.3
TESTOSTERONE 160.40
TESTOSTERONE LIBERO 8.18
DIIDROTESTOSTERONE (DHT) 494 (SERVICE)
S.H.B.G 21.3

il dottore mi ha prescritto una cura per 3 mesi, relativa all'assunzione di due pillole al mattino, di "Rileit", dopodichè dovrò ripetere le analisi soprariportate ed eseguire uno spermiogramma.
IL dottore mi ha suggerito, in caso di necessità, di assumere "spedra 200 mg" in caso di bisogno in quanto mi ha visto troppo giù di morale.Mi piacerebbe conoscere un altro parere sulla mia situazione, anche perchè essendo sposato da tre mesi, ho paura di non trovare la cura adatta e di non tornare più come prima ed al contempo, ho paura che tutto ciò possa incidere sulla fertilità.
Fiducioso di una risposta celere, ringrazio anticipatamente gli specialisti che mi aiuteranno ad avere un quadro più chiaro della situazione.
in fede
Ugo

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la terapia ricevuta non ha alcuna relazione con i valori ridotti del testosterone totale (il libero non é affidabile per problemi legati ai reagenti),per cui ritengo che il collega abbia collegato il disagio sessuale alla terapia psichiatrica.Un andrologo dedicato avrebbe consigliato di eseguire,a prescindere,un esame del liquido seminale,anche per non alimentare fantasie negative.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it