Utente 312XXX
Salve ,
Da Giugno a Settembre di questo anno ho assunto Wellbutrin per questioni legate ad ansia e lieve disistimia. La cura non ha migliorato il mio stato e sono passato per circa 50 giorni al Brintellix. A fine ottobre ho contratto la mononucleosi e ho dovuto terminare rapidamente la cura , vista la sofferenza epatica . In concomitanza con la malattia, sono stato improvvisamente lasciato dalla persona con cui uscivo da sei mesi, cosa che ha avuto discreto impatto sul mio umore . Arrivo al punto : da quando si è verificata la rottura della relazione , ho notato una riduzione della sensibilità sul glande , qualche problema di erezione (mi riferisco sempre alla masturbazione non avendo avuto altre relazioni ).
La libido è buona ma avverto difficoltà a sentire molto piacere nell’autoerotismo . Chiedo Vs parere per capire se la cosa può essere dovuta ad un periodo stressante o se mi debbo preoccupare di quanto si legge sulla PSSD. Mi sto rivolgendo ad uno psicologo per questioni affettive , mi consigliate una visita ? La cosa mi disturba perché , nonostante abbia nuovi stimoli , ho questo senso di ridotta sensibilità : ciò non mi incoraggia ad ingaggiare nuove relazioni . Premetto che in passato ho fatto uso di psicofarmaci e che tendo ad allungare un po’ l’orgasmo. Attualmente non ho difficoltà a raggiungere l’orgasmo . Aiutatemi a capire come muovermi.
Grazie
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,
la sua storia clinica, le terapie che lei ha praticato e pratica sono tutti elementi capaci di "disturbare" e modificare le performances erettili ed eiaculatorie e magari anche la libido.
Una volta regolarizzato il suo stato d'animo e la sua relazione interpersonale ( trovare una amica, compagna,....) veda di consultare un andrologo che possa valutare se esistano anche problemi fisici organici alla base della sua problematica sessuale. Un esame Rigiscan sarebbe opportuno
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 312XXX

Dottor Diego la ringrazio tantissimo della preziosa dritta. Prendo il consiglio e lo metto nelle priorità dell'anno nuovo.
Attendo questa regolarizzazione del mio stato psico-fisico, attualmente piuttosto falsato dalla delusione citata e dal non semplice recupero pieno dall'infezione.
La desidero ringraziare ancora tanto: parlare ed avere chiarimenti su questi temi non è semplicissimo come Lei ben saprà. Colgo l'occasione per farLe gli Auguri di Buon Natale e di Felice 2019. Non mancherò di farLe sapere come procedo.
Un abbraccio
Buone Feste