Utente 515XXX
Salve, sono un ragazzo di 20 anni che si ritrova ad affrontare per la prima volta certe situazioni sessuali.

Da quando sono entrato in intimità con la mia attuale ragazza ho cominciato a notare delle strane risposte da parte del mio pene.

Riesco a raggiungere lerezione ma non a lungo, sono stato a visita da un medico che ha escluso problemi fisiologici consigliandomi di indagare sulla mia psicosi. Mi ha inoltre consigliato di effettuare un ecodopler penieno per escludere anche un eventuale fuga venosa.

Sinceramente non me la sono ancora sentita di effettuare quell’esame essendo anche abbastanza costoso ma ora la situazione sta diventando esasperante.
Nel momento in cui dovrei indossare il preservativo non riesco in quanto il pene perde di rigidità.

Sinceramente sto cominciando a pensare anche io che sia un problema di psicosi ma mi è sorto anche un’altro dubbio, quello di avere una finisci non serrata.
È possibile che a causa di questo, nel momento in cui scoperchio il glande la pelle vada a stringere troppo e dunque a causare un minore afflusso di sangue?

Vi ringrazio in anticipo per la disponibilità!

[#1] dopo  
Dr. Marco Fasbender Jacobitti

24% attività
20% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANT'ANTIMO (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
distinguiamo le due cose: il disturbo erettivo e la fimosi (?). Se durante la masturbazione in tranquillità riesce avere una buona rigidità e sono presenti erezioni mattutine e spontanee, sceglierei anche io di indirizzarla verso un consulto psico-sessuologico. Per quanto riguarda la fimosi, questa non influisce sull'erezione ma può dare fastidio / dolore a pene eretto.
Cordialmente,
Marco Fasbender Jacobitti, MD
www.andromed.it