Utente 508XXX
Salve dottori,
Ho 18 anni e sono mesi che affronto una sintomatologia piuttosto strana.
Ho un rossore e gonfiore al meato uretrale accompagnato saltuariamente da sensazione di calore al perineo che, a seconda delle giornate, mi provoca più o meno fastidi.
All'inizio pensai potesse essere un' allergia/intolleranza al lattice e quindi comperai dei preservativi latex free, successivamente svolsi un' esame delle urine e, nonostante il dottore mi avesse detto che i risultati non destavano sospetti per eventuali infezioni, anche un'urinocoltura. Il risultato ovviamente fu negativo allora presi appuntamento da un urologo perchè pensavo potesse essere un qualcosa legato alla prostata. Anche lui mi disse che la sintomatologia non era particolarmente evidente e mi indirizzò da un dermatologo con cui ho appuntamento il 16 Gennaio.
Ora, alcuni giorni la sintomatologia è abbastanza invalidante, alcuni meno, comunque vorrei risolvere perchè sono alcuni mesi che giro "a vuoto".
Quale potrebbe essere la mia problematica e quali accorgimenti posso attuare per alleviare i sintomi aspettando la visita?

[#1] dopo  
Dr. Marco Fasbender Jacobitti

24% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANT'ANTIMO (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
attenda con tranquillità la visita dermatologica già prenotata che peraltro ci sarà a breve, senza utilizzare creme o altri prodotti che potrebbero creare problemi nel corso dell'esame obiettivo. Il fatto che l'urinocoltura sia negativa non significa che non possa avere comunque un'infezione anche perchè non sappiamo per quali germi è stata effettuata la ricerca in laboratorio.
Cordialmente
Marco Fasbender Jacobitti, MD
www.andromed.it

[#2] dopo  
Utente 508XXX

La ringrazio innanzitutto per la tempestiva risposta.
Volevo chiederle se secondo Lei potrebbe essere presente un'infezione nonostante la sintomatologia nell'arco di questi mesi-in media-sia sempre rimasta la stessa senza nè accentuarsi,nè diminuire?

[#3] dopo  
Dr. Marco Fasbender Jacobitti

24% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
SANT'ANTIMO (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Purtroppo non lo si può escludere a priori. Solo una visita specialistica, con un'ispezione diretta del glande, potrà chiarire la natura del problema di cui soffre.
Marco Fasbender Jacobitti, MD
www.andromed.it

[#4] dopo  
Utente 508XXX

Salve, volevo aggiornarLa.
Oggi ho effettuato la visita dermatologica e mi è stato detto che a livello dermatologico è tutto nella norma, con tono piuttosto polemico verso l'urologo che mi ha consigliato la visita.
Sono stato indirizzato nuovamente dall'urologo stesso e mi sono stati consigliati, oltre ad un tampone cutaneo, altri esami(spermiocoltura e tampone uretrale)che l'urologo aveva ritenuto poco adatti al mio caso.
Ora. Le mie ricerche continuano ad essere inconcludenti e sinceramente sono un pò infastidito. Dovrei cambiare urologo visto il fatto che il dermatologo ha considerato un errore evidente l'ipotesi mossa da lui qualche mese fa?