Utente 541XXX
Buongiorno dottori, chedo un'informazione a mio avviso spero definitiva per tutti noi maschietti perchè su internet ci sono una moltitudine di dati sempre diversi sulle medie inerenti alle dimensioni del pene in erezione e metodi di misurazione non sempre chiari.

Molti medici parlano di lunghezza media intorno ai 13cm con range dagli 11cm ai 15cm, altri definiscono la lunghezza media a 15cm con range dai 13cm ai 18cm. Come mai possibile questa differenza?
Poi ulteriore confusione è sul fatto dei metodi di misurazione dove se viene effettuata a pene stirato alcuni medici dicono essere identica se non con variabilità di pochi millimetri a quella che è la misurazione in erezione, altri medici dicono che il pene in erezione rispetto al pene stirato aumenta anche di 2cm (il che mi sembra davvero poco plausibile).
Alcuni medici parlano di effttuare la misurazione premendo il righello contro l'osso pubico comprimendo quindi il grasso in modo da avere una misurazione standardizzata per tutti i soggetti, altri dicono invece di appoggiare il righello al pube senza comprimere il grasso.
Poi nel caso di pene curvo non si è ancora capito se va raddrizzato manualmente per misurare la sua vera lunghezza perchè logicamente la curvatura fa perdere in estensione.

Quindi chiedo in definitiva: qualè la media del pene in EREZIONE e il relativo range e con quale metodo di misurazione (premendo il righello contro l'osso pubico quindi eliminando il grasso oppure appoggiando il righello sul pube senza premere) e infine in caso di curvatura va raddrizzato manualmente?
Ringrazio tutti i dottori che risponderanno.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

riguardo alle questioni andrologiche da lei sollevate le riscrivo quello che già le si era indicato e cioè che la "vera" dimensione dell'organo è quella a pene "raddrizzato".

Detto questo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo complesso problema andrologico, le consiglio ancora di nuovo di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/227-pene-curvo-valuta-fa.html

e poi anche questo articolo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/202-misure-pene.html

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 541XXX

Ok la ringrazio della risposta, ma piu che altro i dubbi sorgevano appunto sui metodi di misurazione quindi premendo o meno il grasso pubico e quindi la media in entrambi i casi e il relativo range. E anche sul discorso pene stretched o in erezione. Se puo rispondermi lei e altri andrologi a questi quesiti le sarei grato

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il "grasso pubico , o morte di Marte, maschera a volte le reali dimensioni di un pene e deve essere il più possibile appiattito .
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 541XXX

ok capisco, però le due domande a cui chiederei risposta sono:

la misura a pene flaccido stirato corrisponde a quella in erezione con variazioni di millimetri oppure in erezione il pene cambia di tanti cm in più o in meno rispetto al pene flaccido stirato?

le misurazioni medie sono effettuate premendo contro l'osso pubico oppure senza premere? e in entrambi i casi qual'è la media in erezione.

grazie.