Utente 546XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 32 anni sposato da due anni. all inizio del matrimonio quando andavo a letto con mia moglie con rapporti programmati riusciva facilmente a rimanere incinta (ha avuto 3 gravidanze biochimiche e un aborto al 4 mese) invece da un 4 mesi che ci proviamo e nulla premetto che ultimamente ho notato attraverso masturbazione che il mio sperma e grumoso e ho dolore nella zona prostatica e sotto i genitali e anche nel testicolo sinistro, 6 mesi fa ho fatto spermiogramma e spermiocoltura a inizio di questi sintomi ma erano perfetti... è possibile che la prostatite in questo caso sia divenuta più forte e abbia alterato la mia fertilità?

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

certo "... è possibile che la prostatite sia divenuta più forte e abbia alterato la sua fertilità..." .

Comunque situazioni cliniche particolari, come la sua, richiedono sempre un primo passo decisivo e fondamentale, cioè una visita clinica diretta; senza questa noi, da questa postazione, nulla le possiamo dire di preciso e mirato.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 546XXX

Graxie mille dottore per la risposta.. mi può consigliare che esami fare e da cosa iniziare la ringrazio anticipatamente
Se è possibile prendere qualche medicina

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non si pasticci e non faccia indagini a tappeto, inutili e magari costosi; ora il primo passo da fare è sentire in diretta il suo urologo di fiducia.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com