Utente 441XXX
Salve,
vorrei avere un parere da voi medici circa un problema che ho da un paio di mesi (ovviamente già sto sotto cura/controllo dal mio urologo).
Praticamente da 2 mesi circa ho una specie di bruciore/fastidio all'ano..il bruciore sembra esterno, il fastidio sembra interno,
gia ho fatto l urinocoltura e spermicoltura con esito negativo.
Il mio dottore dice che la prostata è leggermente infiammata, ma cmq è normale(per la mia età..33 anni..)
Ho fatto varie cure..tra cui una di 20 giorni con siben..dove nei primi 10 giorni ho riscontrato qualche miglioramento..ma poi niente..non ha fatto nessun tipo di effetto o miglioramento.
Ora sto facendo un altra cura di 30 giorni con leviaprost, dopodiche, in base ai risultati, il dottore mi ha consigliato un tampone uretrale (cosa che vorrei assolutamente evitare)
Cosa ne pensate?
Sono un impiegato..praticament per 8 ore sto seduto alla scrivania..c è da dire che prima che mi venisse sto fastidio..non ho avuto rapporti sessuali per un anno.

Spero di avere presto qualche riscontro

Grazie a tutti

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

situazione clinica la sua particolare e, in qualche modo, da considerare "complessa"; in questi casi, senza una valutazione clinica diretta, è purtroppo impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la causa del suo problema e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Bisogna, a questo punto, consultare in diretta un esperto andrologo.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione clinica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 441XXX

Gentile Dottore,
innanzitutto la ringrazio della gentile risposta, anche se mi ha messo un po di preoccupazioni con le parole "particolare" e "complessa".

Ulteriori dettagli che posso dare è che quando urino..non ho nessun tipo di "aumento" dei bruciori/fastidi,
e che quando iaculo, non ho nessun tipo di bruciore/fastidio..forse dopo una 10ina di minuti forse 20 inizio a sentire un leggerissimo aumento del bruciore/fastidio(non ne sono sicuro).

Cmq da una prima visita..il medico mi disse che poteva essere una prostatite..dopo le analisi fatte (urinocoltura e spermicoltura) con esito negativo, mi disse che poteva essere un infiammazione (per cui mi prescrisse l integratore siben)..e dall'ultima visita effettuata, sempre da prescrizione mi disse che poteva essere una flagosi prostatica per cui sto attualmente prendendo leviaprost..e se non dovesse portare a nessun miglioramento..allora dovrò fare il tampone uretrale.
C'è qualche altro test/analisi che potrei fare prima del tampone??(lo vorrei lasciare proprio come ultimo test)

Cosa ne pensate?

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se nuovamente indicata si può rifare un'urinocoltura ed una spermiocoltura ma si ricordi comunque che, come già dettole, sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione clinica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 441XXX

Non credo che il mio urologo mi rifaccia fare urinocoltura ed spermiocoltura..

Un appunto, sto notando da quando ho qsto fastidio, che è come se fossi diventanto stitico, nel senso quando evacuo..le feci risultano tipo palline..la quantità di feci è davvero minimo..e quando mi pulisco..sulla carta non c'è nulla..nel senso sembra che non ho fatto feci.

Un'altra cosa, quando feci l'urinocoltura e lo spermiocoltura..il medico mi disse che dovevo raccogliere la prima urina del mattino procedendo in questo modo: all'atto dell'urinare dovevo buttare la prima parte e dopo giusto un secondo iniziare a raccoglierla.
Mentre per la spermiocoltura la potevo fare anche dopo un 20/30 minuti dopo aver urinato (e cosi ho fatto).
Pensa che questo modo di fare è stato giusto?

[#5]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, procedure sostanzialmente corrette.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 441XXX

Salve,
nell ultimo periodo ho notando che mangiando tanto e male (dolci, fritto, tanta pasta ecc), i successivi 2 giorni i bruciori aumentano..mangiando invece normale, il bruciore quasi sparisce, ma resta solo il fastidio all interno dell ano..e poi sempre la solita stitichezza che ormai mi accompagna da quando ho questo fastidio.

Cosa ne pensate?

Qualche ipotesi?

Qualche consiglio?

[#7]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

quando sono presenti queste "problematiche urologiche , oltre alle indicazioni mirate terapeutiche che solo il suo urologo od andrologo le può dare, utile seguire anche alcune indicazioni di tipo dietetico-comportamentale:

1) vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2) limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc.;

3) lo stesso vale per le bevande come il caffè, il tè, le bibite gassate od alcoliche;

4) altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2 3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5) combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6) se si fuma, spegnere la sigaretta perché la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7) tenere d'occhio la bilancia, infatti, se obesi, spesso perdere peso migliora il quadro clinico, infatti il grasso accumulato sul giro vita può aumentare la "pressione" sulle vie urinarie e peggiorare i sintomi;

8) infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.
Si ricordi comunque, come già dettole, che sempre la visita medica rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare un’indicazione terapeutica corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#8] dopo  
Utente 441XXX

Gentile dott. grazie dei consigli,
in base ai punti elencati le do alcuni dettagli in piu su di me:
1) vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;
per un anno non ho avuto rapporti sessuali, ma cmq tramite masturbazione ho iaculato

2) limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc.;
su questo ogni tanto sgarro

3) lo stesso vale per le bevande come il caffè, il tè, le bibite gassate od alcoliche;
ogni tanto (ma da un mesetto ho smesso) prendo il tè

4) altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2 3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;
Bevo 2-3 litri d acqua al giorno, continuo a beere anche un mezz'ora prima di addormentarmi

5) combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;
Ho sempre fatto sport ma da settembre 2018 fino ad aprile 2019 (gia ormai avevo questo fastidio) non ho fatto nessun tipo di attività fisica..ma ora mi sono rimesso a fare palestra e corsa in modo costante

6) se si fuma, spegnere la sigaretta perché la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;
NON FUMO

7) tenere d'occhio la bilancia, infatti, se obesi, spesso perdere peso migliora il quadro clinico, infatti il grasso accumulato sul giro vita può aumentare la "pressione" sulle vie urinarie e peggiorare i sintomi;
Sono alto 1e81cm per 83kg..in questo periodo di inattivita ho preso un 2-3 kg

Ho cercato, in base ai suoi PREZIOSISSIMI CONSIGLI, di descrivere brevemente il mio stile di vita.

Grazie mille
Cordiali Saluti

[#9]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, mi sembra che, senza grossi problemi, lei può correggere il suo stile di vita.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#10] dopo  
Utente 441XXX

Salve, ho cercato di mangiare pulito..ed effettivamente il bruciore, in base a cio che mangio, peggiora o diminuisce..fatto sta, che anche senza bruciore, continuo ad avere qsti fastidi (avvolte percepibili, avvolte no) all interno dell'ano..
Prima di ritornare dal mio urologo..di mia iniziativa..ho voluto fare l analisi del sangue,dell urine e delle feci.
Dottori secondo voi è consigliabile anche qualche visita proctologica?
Come mai non mi è stata fatta un ecografia prostatica?
Sinceramente dopo 3 mesi..sto iniziando ad avere cattivi pensieri.
Non so cosa pensare..