x

x

Sforzo fisico ed extrasistoli, anche accoppiate

👉Scopri come usare correttamente il saturimetro per misurare il livello di ossigeno nel sangue

Buongiorno Gentili Dottori,
sono un ragazzo di 20 anni. Non fumo. Non bevo. Da ormai quattro anni soffro di disturbi di ansia ed extrasistoli che mi hanno portato a sottopormi a vari esami cardiologici. Nell'ultimo anno, in particolare, ho eseguito: visita cardiologica, nella norma; ecocolordoppler, nella norma; holter24, nella norma (anche se rilevati occasionali battiti ectopici ventricolari isolati, monomorfi, tardivi (271 in totale) e alcuni besv isolati (36 in totale)); due test da sforzo, nella norma (anche se in quello eseguito prima sono stati rilevati isolati besv, talora non condotti, a carichi medio bassi, che scompaiono con incremento della FC. In quello eseguito dopo, invece, non è stata rilevata alcuna aritmia e/o anomalia).

Questa mattina mi sono recato a Milano per svolgere una prova pratica per l'ammissione alla facoltà di scienze motorie. La prova consisteva nel percorrere nel minor tempo possibile un percorso composto di varie stazioni (ad es: salto funicella, salto di alcuni ostacoli, capriole). Ho svolto la prova senza alcun problema (anche se un po' a freddo) in un tempo di 1' e 50". Terminato lo sforzo, dopo pochi attimi, ho iniziato ad accusare un forte bisogno di respirare intensamente, il quale man mano si è associato a una sensazione di presenza di muco nelle vie aeree, a una salivazione intensa e a un dolore diffuso nella zona toracica, sia al petto che alla schiena. Sono comparse anche delle extrasistoli, dapprima isolate, poi ho percepito per due volte due extrasistoli attaccate e per altre due volte tre extrasistoli attaccate (e questo fatto è ciò che mi ha preoccupato e per cui vi scrivo, poichè non mi è mai capitato di percepire extrasistoli in sequenza). Mi sono agitato molto, ho iniziato ad avvertire anche formicolio alle mani, hai piedi e alla mandibola e un senso di confusione, instabilità e lieve nausea. Sono stato portato in ospedale dove mi sono stato subito eseguiti un esame del sangue, un ecg e un eco, risultati tutti nella norma. In particolare il referto dell'ecg riporta: aritmia sinusale, frequenza 75/89, variazione>10%, soprasl. st, probab. normale morfol. da ripol. precoce, ecg nei limiti della norma. Nel giro di due ore sono stato dimesso.

Vorrei sapere da Voi esperti se la sensazione che ho avuto di extrasistoli accoppiate richiede di essere approfondita e se nel frattempo è meglio interrompere la pratica di sportiva.

Se necessario posso fornire gli esiti di tutti gli esami cardiologici che ho eseguito.

Cordiali Saluti,
Matteo.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 91.4k 3.2k 2
" poi ho percepito per due volte due extrasistoli attaccate e per altre due volte tre extrasistoli attaccate"

Le garantisco che neppure il cardiologo piu' bravo potrebbe diagnosticare una coppia di extrasistoli ventricolari.
Lei ha delle banali extrasistoli come tutti noi mortali sulle quali si e' focalizzata la sua ansia.

Ansia che deve curare, altrimenti la sua qualita' di vita sara' sempre scadente, come e' capitato stamani

Arrivederci

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto