Utente 414XXX
Buongiorno gentili dottori,

ho 61 anni e mezzo, soffro di emicrania da 38 anni, per la crisi uso auradol.
A un controllo, ecocolodoppler carotidi, mi hanno riscontrato placche a sx 35%, a dx 30% e mi hanno prescritto la cardioaspirina che prendo dopopranzo tutti i giorni.
Poi ho cominciato ad avere la pressione alta, soprattutto la minima, 90-95-98-100/105.
Una sera ho preso un auradol e il giorno dopo la mia pressione era 160/100, il medico mi ha fatto prendere un Diuresix, la sera però era ancora alta, mi girava un pò la testa e avevo nausea, così sono andata al Ps. in ambulanza, durante il tragitto ho vomitato continuamente schiuma bianca e quasi tutta la notte in astanteria.
L'ECG era a posto e anche le analisi. Mi hanno fatto zantac, tachipirina e limican e al mattino mi hanno dimessa.
Tempo di andare a prendere un thè al bar dell'ospedale, mi viene tachicardia e torno dentro, mi rifanno l'ecg e riscontrano tachicardia 110. Chiedo se posso essere vista da un cardiologo, mi rispondono che il mio medico di base mi conosce meglio. Mi danno 10 gocce di Valium e mi dimettono.
Allora ho richiesto una visita privata e il cardiologo mi ha detto che la 1/2 cp. di atenololo che mi ha dato il medico non è sufficiente perchè l'effetto dura 12 ore e mi ha aggiunto Bivis.
Così va meglio, mi sembra solo di aver notato un pò di stanchezza in più.
L'altra sera invece ho dimenticato di prendere l'atenololo e al mattino mi è venuta una forte tachicardia.
Per di più mi sento sempre un crampo all'esofago perchè ho ernia, reflusso ed esofagite (prendo al mattino 40 mg di axagon)
Mi domando : possibile che per aver saltato mezza cp. di betabloccante mi parte la tachicardia anche se ho aggiunto Bivis? Ultimamente il mio cuore parte in quarta, al mattino e dopomangiato soprattutto, non ne parliamo se faccio le scale o i lavori domestici, non faccio neanche più la passegiata che devo fare un'ora al giorno perchè sono sovrappeso, 79 kg. x 155. Per la verità ho paura di muovermi perchè mi viene subito tachicardia.
Mi potete dare dei consigli?
Grazie e cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il BIVIS e' un sartano + amlodipina (tachicardizzante) .
Ovviamente se dimentica la dose di beta bloccante (Anche se da...pigmei) lei avverte tachicardia.
Se si deve insistere sul beta bloccante 8e probabilmente e' la scelta migliore) dovrebbe bassare almeno a 50 mg due volte al di, oppure ancora meglio al NEBIVOLOLO una sola somministrazione al mattino da 5 mg.
Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 414XXX

Buongiorno Dr. Cecchini,

grazie per la risposta.

Le chiedo ancora dottore: quindi dovrei chiedere al cardiologo di togliermi Bivis e prendere solo il betabloccante, ma diviso tra mattina e sera?
Se ho ben capito l'atenololo che è 100 mg e ha un'emivita di 12 ore mi ha detto il cardiologo, andrebbe "distribuito" 50 mg la sera e 50 mg la mattina?

Prima dell'atenololo ho preso per qualche anno Nebilox, sempre 1/2 cp. la sera.
Il medico di base se al mattino ho la pressione alta mi dice di prendere il Diuresix, il cardiologo non è d'accordo perchè causa squilibri elettrolitici.

Questi farmaci possono dare stanchezza? Devo insistere a camminare anche se sbuffo? (per esempio non sono riuscita a portare a termine l'ecg da sforzo e non riesco a fare le scale, mi devo fermare e poi riprendere).

Infine come potrei fare per chiederLe un nominativo di un cardiologo affidabile nella mia città senza dovermi spostare a Milano? (abito in Lombardia) .
La ringrazio e Le auguro buona giornata

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Ovviamente e' il suo cardiologo che decidera' la sua terapia e non certo io per via telematica.
Il concetto che le ho espresso e' quello che lei ha intuito.

Non conosco cardiologi a Milano, ma sono certo che siano tutti affidabili...

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 414XXX

Grazie dottore,

io sono iscritta a Mediciitalia non per evitare di andare dal mio medico o da uno specialista, sarebbe assurdo, ma per avere un parere o per capire meglio certe dinamiche che riguardano la mia salute.

Poi ci sono casi gravi/seri/urgenti a cui giustamente dedicate più tempo

Le auguro buona giornata

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Mi pare di averle espresso il mio parere circa la variazione della terapia e che lei abbia compreso perfettamente quanto da me suggerito.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 414XXX

Si infatti ho capito, la mia ultima frase non voleva essere un appunto, se mi sono espressa male mi scusi, reputo il servizio molto utile.

Saluti ancora