Utente 464XXX
Gentili dottori,
ho 45 anni e peso 56 kg per 155 cm di altezza. Sono in cura per ipertensione con Quark 5, una compressa al mattino da circa 5 mesi. Ieri ho eseguito un holter pressorio 24/h che ha evidenziato valori pressori ancora piuttosto elevati. Cito il referto "ritmo circadiano conservato con valori pressori notturni inferiori (127,44 /76,89) rispetto a quelli diurni (141,45 / 91,50). Bpm diurni 65-111 e notturni 56-81".
A fronte di tale risultato il cardiologo mi ha variato la prescrizione farmacologica sostituendo il ramipril con Lobivon 1/2 compressa e Blopresid 32/12,5 1 compressa entrambi al mattino. Chiedo gentilmente se, prima di arrivare al betabloccante, ci fosse qualche altra strada da tentare. Tollero bene il Ramipril, mentre mi hanno detto che i betabloccanti possono avere qualche effetto colletarale in più. Il cardiologo mi parlava di astenia, o calo del tono dell'umore... già di suo un po provato...
Evidenzio di essermi sottoposta a chiusura percutanea di PFO 5 mesi fa con esito positivo, ho Tiroidite di hashimoto non trattata poiché ho ancora valori tsh, ft3 3e ft4 regolari. Ringrazio anticipatamente per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Certo. Personalmente non condivido la prescrizione del betabloccante se non in categorie particolari di pazienti ai quali lei non sembra appartenere. Noi comunque a distanza non possiamo fare prescrizioni terapeutiche. Possiamo solo dare consigli.
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Utente 464XXX

Il cardiologo ha giustificato la prescrizione di Lobivon per abbassare la mia frequenza che raggiunge picchi anche di 105/110 battiti, aggiungendo che non è un betabloccante ma "funziona come un betabloccante" (?!).
Comprendo che non si possano dare indicazioni terapeutiche a distanza, ma mi chiedevo se poteva indicare la classe di farmaci che lei utilizzerebbe in modo da poterla valutare con il mio cardiologo. A quali categorie di pazienti si prescrivono i betabloccanti?

[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Il Lobivon e' un betabloccante (non che funziona ''come un betabloccante''). Ognuno di noi ha le sue frequenze cardiache e se proprio dovessero risultare elevate in maniera non fisiologica (questo va verificato con un Holter cardiaco delle 24 h) occorrera' curare le cause e non gli effetti (quindi non la tachicardia)...Il quark non e' un cattivo farmaco, ma se l'Holter pressorio ha dimostrato che non e' in grado di controllare bene i valori occorrera' aggiungere una molecola (o sistituire il Quark con un'altra piu' efficace), ma la scelta dipende anche dall'interpretazione dei risultati del monitoraggio (se e' piu' alta la massima, la minima o entrambe, se piu' di giorno o piu' di notte ect ect)....
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica