Utente 837XXX
Egregio Dottore, buon giorno. Le scrivo per un parere su un mio caro amico.

Oggi, dopo alcune misurazioni di pressione, il cardiologo dell'ospedale di Roma, le ha dato delle pastiglie per la pressione e prenotato un holter 24 ore, per sondare il cuore.
Lui è piuttosto sovra peso e le è stato imposto di dimagrire, però quello che non mi torna (parlo da ignorante in materia) è , come sia stato possibile dare una pastiglia per la pressione, quando in fondo non è molto alta.
Lui ha misurato la pressione tutto il mese di marzo, e oscillava tra 138/154 la massima e 89 e 102 la minima, con battiti cardiaci compresi tra 65 e 81. L'amico mio si sottoporrà a un holter la settimana prossima, a un eco il 10 aprile e poi , il 19 aprile si dovrà sottoporre a un altro elettro dopo un mese si cura.
Le pastiglia che dovrà prendere si chiamano Olppress 20mg (olmesartan medoxomil), una al giorno (non so per quanto tempo).
Visto che l'amico mio non chiede mai nulla ma fa tutto quello che le gli dicono di fare, vorrei sapere se effettivamente la pressione è cosi alta da richiedere delle pastiglie e se dimagrendo e facendo regolare attività fisica, questa possa scendere permettendo così di sospendere il trattamento?
Volevo inoltre comunicarle che il colesterolo alle sua ultime anali del sangue (gennaio 2018) era di 234, HDL 44 , Trigliceridi 241 (meno di 170).

Può darmi gentilmente un consiglio? Son più preoccupato di lui.
La ringrazio vivamente e le auguro buona giornata!

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Personalmente nel caso del suo amico avrei prima prescritto un Holter pressorio e non direttamente i farmaci.
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica