Utente 445XXX
Salve. Ho 31 anni, sono in sovrappeso di circa 15 chili, ho avuto un'ablazione per tachicardia sopraventricolare circa 10 anni fa. Da qualche anno sono in cura per ansia e ipocondria nonché per gli attacchi di panico ed ho sviluppato un po' di cardiofobia per brevi tachicardie dovute probabilmente secondo la gastroscopia ad ernia iatale, reflusso, gastrite antrale. Ho una vita molto sedentaria ma ho paura in quanto non appena inizio una attività fisica e parlo solo di camminata avverto delle extrasistole o comunque delle alterazioni del battito che durano poco ma si sentono ben forti. La sensazione è anche un successivo dolore lieve al lato sinistro del torace. Fino allo scorso anno ho fatto holter, ecg, visite cardiologiche...tutto nella norma. Può dipendere da cosa? Escluderei l'ansia in questo caso perché è proprio in concomitanza dell'inizio di movimento fisico!

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Se gli holter sono normali comprendera' bene che l'ansia e' fortemente indagata...

srrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza