Utente cancellato
Buongiorno dottore. Vorrei gentilmente sapere se la presenza di sporadiche extrasistoli singole ventricolari premature possa essere preoccupante dal punto di vista di una eventuale aritmia. Ho effettuato un elettrocardiogramma e un eco risultati nella norma e un holter che parla di una frequenza media di 85 bpm, massima 150, minima 65, con sporadiche extrasistoli sopraventricolari e ventricolari talora premature. Spesso mi capita anche di avvertite come una vibrazione e un battito che anticipa o salta, senza pausa.. e siccome informandomi ho letto che la precocità delle extrasistoli ventricolari può essere pericolosa e portate a qualcosa di più grave, vorrei sapere se questa possibilità esiste e se devo fare ulteriori accertamenti. Ultimo test ergometrico l'ho effettuato la scorsa estate, risultato nella norma senza presenza di aritmie. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Mi pare che tutti glie esami che lei riporta siano normali e non vedo pertanto motivo di preoccupazione.
Si tranquillizzi

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
491226

dal 2018
La ringrazio dottore. Il fatto che queste extrasistoli ventricolari siano premature non comporta nulla di pericoloso? Ho letto che possono provocare aritmie severe e portare addirittura a fibrillazioni. Oltretutto le avverto sporadicamente, come un colpetto al cuore e un battito che anticipa, soprattutto in concomitanza con gonfiori intestinali. Come le dicevo, ecg, eco e prova da sforzo fatta circa un anno fa sono risultate nella norma e all'età di 19 anni sono stato sottoposto a studio elettrofisiologico in conseguenza ad un grave lutto in famiglia per escludere qualsiasi problema grave. Quello che le voglio chiedere quindi è: queste extrasistoli premature, che a volte avverto anche in modo ravvicinato, possono scatenare qualche grave aritmia? Anche alla luce di tutti gli accertamenti eseguito compreso studio elettrofisiologico anche se sono passati molti anni ormai. Grazie

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
vede ..il termine premature non significa niente, occorre vedere il tracciato, cosa che non possiamo fare qui. Il cardiologo che ha letto l esame la avrebbe avvertita qualora fossero state pericolose.
Inoltre ha gia' eseguito , non so per quale motivo, uno studio elettrofisiologico che sarebbe risultato normale.
Non vedo pertanto motivo di preoccupazione

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
491226

dal 2018
Lo studio elettrofisiologico fu eseguito in seguito a un caso di morte improvvisa in famiglia in giovanissima età. All'epoca, in conseguenza del trauma, accusavo forti tachicardie che portarono il mio cardiologo a farmi effettuare questo esame. Quindi dottore nonostante siano passati molti anni dallo studio elettrofisiologico, l'eventuale presenza di extrasistoli premature ventricolari non mi deve preoccupare? Oltretutto, è possibile che in un numero così basso di extrasistoli registrate, possano essere presenti extrasistoli premature pericolose? Se avverto 4 o 5 extrasistoli al giorno, è possibile che queste siano quelle morfologicamente più pericolose? Scusi le troppe domande

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Appunto, non mi pre ragionevole.
Di questo pero deve parlare con chi le ha refertato l'esame, perche' io non posso vedere le sue aritmie.
Ma non vedo sinceramente motivo di preoccupazione


arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
491226

dal 2018
La ringrazio dottore. Domani tornerò dal medico per chiedere ulteriori spiegazioni e magari le farò sapere. Non le pare ragionevole il fatto che queste extrasistoli ventricolari, in basso numero, possano essere di quelle pericolose.. Giusto? Oltretutto è possibile che una extrasistole ventricolare sia innescata da cause esterne, tipo stress, gonfiore addominale o digestione lenta? Premetto che non sono fumatore e assumo poca caffeina anche per problemi legati alla digestione. Grazie

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
ma certaemnte.
Smetta di preoccuparsi

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
491226

dal 2018
Infinite grazie dottore. Le auguro una buona giornata e buona festa.

[#9] dopo  
491226

dal 2018
Buongiorno gentilissimo dottor Cecchini. Mi sono recato si buon mattino dal mio medico il quale mi ha detto che sul referto dell'Holter ci sarà stato un errore di trascrizione, un misto tra extrasistoli ventricolari e battiti prematuri ventricolari, il che vuol dire che le poche extrasistoli presenti sono benigne. Oltretutto, alla mia domanda se fosse possibile che qualche extrasistole prematura pericolosa fosse possibile, mi ha risposto che in ogni caso potrebbe esserci una qualche extrasistole prematura che potrebbe essere pericolosa, ma considerando gli esiti di tutti gli esami (compreso lo studio elettrofisiologico di 8 anni fa) mi ha detto di non preoccuparmi. Ora vorrei chiederle, approfittando della sua bontà e gentilezza, se fosse davvero possibile che in una persona che ha poche extrasistoli al giorno, possa esserci una extrasistole prematura pericolosa che possa innescare un'aritmia o se questa avviene solo in vuoi strutturalmente non sani. Premetto che qualche battito improvviso e anticipato io lo avverto, ma soprattutto dopo i pasti, con gonfiore addominale o quando faccio fatica a digerire e mangio particolari cibi, o al massimo in situazioni di stress. Grazie dottore

[#10] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
le extra premature non si possono avvertire come tali.
smetta di preoccuparsi

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#11] dopo  
491226

dal 2018
Ho capito dottore. Quindi occorre sempre che siano refertate da elettrocardiogramma. Quello che però volevo sapere, per togliermi questo maledetto dubbio, è sempre fosse possibile che avendo poche extrasistoli ventricolari al dí (come da holter) e avendo un eco normale, sia possibile che il mio cuore possa avere una extrasistole prematura di quelle che possono innescare aritmie pericolose, magari dovuta a problemi gastrici o simili. Dopo questa domanda ogni mio dubbio sarà risolto e non la disturberò più dottore.o scusi e ancora grazie tante.

[#12] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
La sua possibilita di avere aritmie mortali è identica a quella dei miei figli, io ho maggiore possibilita di lei

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#13] dopo  
491226

dal 2018
La ringrazio per la disponibilità dottore. Perdoni ancora la mia insistenza. Le auguro una buona giornata

[#14] dopo  
491226

dal 2018
Dottore mi perdoni se la disturbo nuovamente. Avevo da poco finito di pranzare quando ho avvertito nuovamente un battito anticipato e dopo qualche secondo ne ho avvertito un altro. Forse mi sto facendo prendere anche dall'ansia a pensare che soprattutto dopo i pasti avverto queste extrasistoli fastidiose, ma posso stare tranquillo che non siano extrasistoli pericolose innescate dallo stomaco? Puo un problema gastrico portare ad aritmie pericolose in un cuore sano?

[#15] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
No

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza