Utente 423XXX
Buongiorno,
Approfitto dell' utile servizio perché nell'ultimo anno ho avuto due episodi che forse dovrei considerare preoccupanti.
Il primo episodio (in momento di stress) e' consistito in una tachicardia fortissima che mi ha quasi fatto perdere i sensi prima di una presentazione in powerpoint tra colleghi. Devo dire che essendo tra colleghi un Po di ansia ci poteva essere ma non esagerata.
In pratica improvvisamente ho sentito i battiti aumentare per circa 5 minuti e mi si è annebbiata la vista da seduta. Non avevo panico. Mi sono preoccupata perché mi sono venuti dolori abbastanza forti allo sterno e al petto e ho temuto di avere qualcosa al cuore. Premetto che sono controllata per una insufficienza mitralica non funzionale di grado lieve oltre che a un forame ovale pervio. Il mio medico ha ipotizzato fosse ansia e non mi sono fatta visitare. In occasione di un' altra presentazione mi è stato consigliato dal medico per prevenire un episodio simile di prendere 20 gocce di en, ansiolitico. Mi sono tranquillizzata moltissimo e mi è venuto anche sonno ma appena ho iniziato a parlare sempre tra colleghi mi si sono impennati i battiti quasi da impedirmi di terminare le frasi. Dopo un minuto si è placata e sono diventata un altra persona.. Il mio medico consiglia un holter, lo farò , mi stavo chiedendo se pensate che sia legato a ansia o se potrebbe essere altro. Sono abbastanza frustrata perché inaspettatamente si alzano i battiti e sto perdendo fiducia in me stessa.
Ho eseguito a settembre esami tiroide e sono negativi.
Cosa ne pensate ?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
penso sinceramente che

1 lei abbia degli attacchi di panico con agorafobia, che un consulto con uno specialista puo confermare

2 che il suo forame ovale lervio va valutato per una chiusura soecie se lei assumesse la pilloa e fosse fumatrice

3che nel frattempo lei debba assumere piccole dosi di aspirina quotidiane

cordialità

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza