Utente 497XXX
Salve,
sono una ragazza di 24 anni e scrivo per chiedere un consulto su degli episodi di sincopi ricorrenti. Gli episodi con perdita di conoscenza sono stati 9. Ricordo un primo episodio isolato nell infanzia (9 anni di età), al quale é seguito un altro all età di 15 anni. Da allora gli episodi sono aumentati, e le presincopi sono presenti su base giornaliera. Ogni volta che mi alzo, 'vedo tutto nero' e se faccio uno sforzo molto intenso (per esempio uno scatto) continuo a vedere nero anche per alcuni minuti. Questi sintomi sono diventati davvero invalidanti,spesso si presentano in situazioni in cui sono tranquilla, seduta a riposo, a volte avverto delle palpitazioni. Le ultime due sincopi (in questi ultimi due anni) mi hanno portato al pronto soccorso. Durante il primo ricovero sono state effettuate TC cranio (per il trauma subito) e EEG risultati negativi. Altri esami li ho fatti privatamente: tilt test positivo, il che suggerirebbe una sincope di tipo vagale. ecocardio :prolasso mitrale emodinamicamente non significativo e lieve iperriflettenza pericardio posteriore. L ultimo esame é stato un Holter ecg 24h: SR per l intera registrazione. FC media 77 bpm (min 56,max 115), con alcuni brevi periodi di aritmia sinusale. 4 BEV isolati e una breve fase di ritmo idioventricolare (5 battiti). Durante il periodo della registrazione non ho avvertito particolari episodi di palpitazioni, etc.
Io non sono una persona ansiosa e cerco di non pensarci, però questi sintomi sono diventati davvero invalidanti, e mi portano ad evitare attività che richiedano uno sforzo fisico. Spesso le sincopi non hanno nessun prodromo:mi ritrovo a terra e capisco solo allora di essere svenuta. Quale iter potrei provare a seguire? Un test da sforzo sarebbe indicato? Grazie per la cortese attenzione e buona serata.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
se le sincopi che lei riferisce sono anche senza prodromi l impianto di un loop recorder è indicato.
Il tilt test è positivo, come dice lei, ma l ipertono vagale solitamente determina sintomi premonitori.
Un disturbo transotorio o della formazione o della conduzione dell impulso elettrico va escluso, appunto con un loop recorder

cordialita


cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 497XXX

Gentile Dr Cecchini,
La ringrazio molto per la sua risposta. Lei ritiene che una prova da sforzo non sarebbe indicata?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Nessuna indicaZione
C è invece una indicaIone all impianto di un loop recorder

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza