Utente 186XXX
Gentile Dr. Cecchini,
il 31 maggio, mi ha risposto Lei al consulto in cardiologia e mi ha indicato l ace inibitore per il rigurgito aortico moderato post RAA cui sono affetto. Sto assumendo Cardicor alle 8 e alle 10 Triatec 2,5 mg . Ho contattato il mio cardiologo di famiglia ( non l altro di BOLOGNA) che mi segue da diversi anni e lui come vasodilatatore consiglia come prevenzione la Nifedipina a lunga durata d azione che è l unica che da studi sia risultata efficace nel ridurre il rigurgito e ritardare l intervento, anche se le Linee guida consigliano vasodilatatori in caso IA severa e ipertensione, ma comunque per sicurezza lo sto prendendo il farmaco.

Secondo Lei proseguo con Triatec o è più efficace / indicata la Nifedipina (Adalat compresse) ?.
Se serve posso allegarLe l ecocardiografia.

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
La Nifedipina, farmaco eccellente e che io stesso prescrivo moltissimo puo avere i seguenti effetti collaterali:
- massiva riduzione della pressione arteriosa
- cefale
- palpitazioni
- edemi declivi specie in estate

Ecco perche' si preferisce l' ACE inibitore

cordialita'
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 186XXX

Va bene , grazie tante dottore, allora proseguo con ace inibitore Ramipril dato che io soffro di palpitazioni , assumo Cardicor e ho la PA normale e a volte bassa.

Grazie

[#3] dopo  
Utente 186XXX

Il mio cardiologo mi diceva di partire con adalat e se non lo tollero poi assumere Triatec, però a questo punto proseguo con l ace inibitore

La ringrazio