Utente 498XXX
salve. ho 55 anni e sono iperteso da 17. Fino a 2 mesi fa sono riuscito a controllare i valori pressori in modo soddisfacente.
Appunto 2 mesi fa ho avuto una crisi ipertensiva con 190/115. Gli esami al p.s. e la visita cardiologica completa fatta nei giorni successivi non hanno evidenziato nessun danno..
Il problema è questo, dalla crisi in poi non sono riuscito a ritornare a valori "normali". sto sempre su 150/95 .Il dottore mi ha prescritto 5mg di Nobistar al mattino, 160mg valsartan e 5 anlopidina dopo pranzo.Per un mese ho preso olmesartan 40 al posto di valsartan senza risultato, ma con effetti collaterali tipo stanchezza, sbandanenti e mal di testa anche se leggeri.
All' inizio della malattia per un periodo prendevo il procaptan ma ho dovuto interrompere per la tosse secca che mi procurava.
Sto prendendo 3 categorie differenti di farmaci e nonostante questo la pressione non si abbassa.. Già sono un po' ansioso di mio.. sto vivendo con preoccupazione di aver la cosiddetta ipertensione resistente. Suggerimenti e consigli?
Mi scuso se mi sono dilungato... grazie .

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
potrebbe essere utile passare l amlodipina a 10 mg o l introduzione di idroclorotiazide , farmaco diuretico

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 498XXX

Dottor Cecchini La ringrazio per la disponibilità e competenza.

[#3] dopo  
Utente 498XXX

approfitto per un ulteriore quesito.Con questo livello di P.A.. i Fans (brufen, voltaren ) e cortisonici sono da evitare assolutamente o per cure di una settimana sono tollerabili?
Grazie di nuovo.

[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Meno a lungo possibile
Preferire paracetamolo o morfino simili se il dolore ha qualche rilevanza

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza