Utente 491XXX
Buongiorno, mi chiamo Tommaso Bruno ad aprile di quest’anno provvedo a fare una RM rachide cervicale e lombo-sacrale per dolori lombari e cervicali, il risultato: appianata la fisiologia lordosi cervicale, ridotta la fisiologica lordosi lombare, protrusione fiscale posteriore mediana-paramediana sinistra a livello C4-C5, protrusione discale posteriore ad ampio raggio a livello L4-L5 con minimo impegno forsmidale bilaterale, maggiore a sinistra, protrusione discale postero-mediana a livello L5-S1. Ad oggi provo una forte rigidità del collo, che mi prende anche la nuca e tutta la testa a salire fino alla fronte e tempie, altrettanto davanti mi prende la mandibola e a scendere verso il torace fino dietro allo sterno. Se dormo con due cuscini, di pancia in alto, la notte si intorbidiscono entrambe le braccia. In aggiunta a questi sintomi negli ultimi 6 mesi ho avuto problemi all’apparato digerente, mal di pancia occasionali e pesantezza di stomaco, mi sento con se stesse contratto l’esofago, insomma dei fastidi persistenti e diffusi su tutto l’apparato digerente. Dato che esami del sangue, ecografia addominale e gastroscopia non hanno rilevato nulla, tranne un ernia iatale è Possibile che tutti questi fastidi siano legati al nervo vago? Come posso approfondire la situazione? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

l'ernia iatale può giustificare la sintomatologia gastrica e retrosternale riferita.
Il resto della sintomatologia è compatibile con i reperti riscontrati alla RM cervicale e lombosacrale. Non penso ad una disfunzione del nervo vago.
Si rivolga ad un fisiatra e ad un gastroenterologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro