Utente 501XXX
Salve, mia madre è un soggetto iperteso e da anni ogni mattina misura la pressione per tenere monitorati i valori.
L'ottobre dello scorso anno ha avuto un ictus e da quel momento i suoi valori si sono abbassati mantenendosi nello standard. Capita qualche mattina di misurare qualche aumento, non troppo significativo, di pressione. Stamattina però i valori sono stati preoccupanti: sys 174 dia 148 e battiti 60. Dopo qualche minuto ha ripetuto le misurazioni e i valori sono stati 146 68 40 e la terza volta 127 78 68. Controllando tutte le misurazioni, anche prima del ricovero, non si era mai verificato che la minima fosse così alta e sono abbastanza preoccupata, reduce anche dell'esperienza di ottobre. In genere i suoi valori oscillavano tra 150-160 per la massima e la minima non ha mai superato i 100.
Come farmaci prende triatec la mattina, cardioaspirina a pranzo e simvastatina la sera (poichè tra le cause dell'ictus ci sono state delle placche di colesterolo alla carotide).
Soffre anche di glicemia alta, che però non cura con farmaci poichè i valori hanno cominciato a scendere con la dieta e al momento oscillano tra 120 e 100.
Mi scuso se il post è ripetitivo o in una sezione sbagliata, ma sono molto preoccupata e avrei bisogno di un parere medico esperto.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
mi scuisi.
lei ha oostato la sua eta a 65anni.
visto che scrive per sua madre quanti anni ha sua madre?
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 501XXX

Salve, i dati inseriti sono quelli di mia madre. Io ho 21 anni, ma ho ritenuto più giusto mettere le sue informazioni piuttosto che le mie.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
è evidente che il primo valore di 174/148 sia stato un errore di misurazione.
arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza