Utente 391XXX
Ho seguito il vostro consiglio.
Ho misurato la pressione molte volte durante il giorno.
Ho seguito anche una dieta e sono dimagrito 6 kg. Ora peso 173.5-174 e sono alto 172 (bmi 25).
La pressione è nella norma(diastolica da 75-85/sistolica da 100-125). Ho provata ad misurarla anche a seguito di lieve arrabbiatura... non modifiche significative.In genera succede dalla 20-21 in cui mi sento soffrire particolamente dell'afa ma non so se questo abbia una relazione o sia una concausa.
Succedono pero' dei giorni (prevalaltemente di sera ) , in genere se sono stanco o stressato che la pressione diastolica sale oltre 90 (puo' arrivare anche a 96-97, sistolica si alza di conseguenza in maniera meno importante 130-145). La cosa strana è che se mi sdraio ritorna normale, se mi alzo in piedi o anche seduto ritorna alta. L'osservazione è stata ripetuta ogni volta per decine di volte.
In poche parole sembrerebbe una ipertensione labile ortostatica.
Ho provato ad indagare meglio e mi sono comprato dopo ultimo evento di pressione alta un frequenzimetro-ossimetro affidabile.
La saturazione ossigeno si aggira intorno a 95-97(prevalenza 96-97 e tende a scendere leggermente se coricato e cerco di nn usare il cervello o concentrarmi). La frequenza è quella piu' strana, mediamente si attesta su
1) 75 se sto coricato
2) 85 se sto seduto
3) 95 se sto in piedi e cammino leggermente
4) 100-108 se sto in piedi fermo.
L'idea che mi son fatto dai dati è che il cuore vada in leggerissima difficolta' quando sto in piedi.
Non è cmq del tutto chiaro perche' sia tendenzialmente piu' alta da fermo che in leggero movimento (forse il movimento facilita' il cuore?).
In ogni caso mi pare la frequenza sia molto alta da fermo.
Dopo questa analisi mi risulta chiaro anche evento di 1 anno fa di una sincope in palestra. Il mio cuore sembra partire da una frequenza di 20 punti almeno superiore al normale. Mi è chiaro come a volte sento battere il cuore o ho un leggerissmo affanno se faccio lavori manuali mediamente intensi e soffro particolamente nei periodi estivi con il caldo. Nonostante cio' esame da sforzo fatto in aprile ( a detta della cardiologa non mostrava nulla di significativo... mi hanno consigliato solo di fare un po' di movimento )
Faccio un lavoro molto sedentario. Ora sto cercando di stare di piu' in piedi il modo da abituare il corpo. Suppongo che il cuore si sia indebolito forza di "vivere" con una pressione ambiente inferiore al normale stando per lo piu' seduto e coricato.
Mi rimane da chiarire anche perche' l'ipertensione compare solo in posizione non clinostatica. Forse mi sfugge qualche concetto medico a riguardo. Sicuramente lo stress ha una influenza importante ma perche' solo quando mi alzo in piedi?
Nei momenti che ho pressione alta cerco di sdraiarmi e prendo ramipril 2.5mg. Non mi pare cmq faccia effetto in tempi ragionevoli.
Se riusciste chiarirmi i miei dubbi e un suggerimento su come risolvere o migliorare il disagio vi sarei grato.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
IN realta lei dovrebbe eseguire un Holter pressorio perche l auto misurazione formire valori fuorvianti.
Il ramipril certo non funziina a domanda, proprio per la farmacocinetica

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 391XXX

Salve vedro' di fare l' Holter, i ogni caso avevo confutato i risultati con due apparecchi differenti che sono identici. La pressione diastolica è salita anche sta sera purtroppo. La sistolica inalterata(120). In piedi diastolica puo' arrivare a 100-105, seduto 90. La frequenza non si modifica significativamente rispetto a quanto scritto sopra.
Magari pensavo di fare pure un esame veloce del sangue/urine catecolamine o aldosterone ortostatico.
Questi eventi mi stanno deprimendo assai. Mi sento un vecchio di 90 anni. Se fosse un danno al sistema simpatico perche' solo in alcuni orari succede. Forse è una cosa psicologica ma non capisco cmq orario. Unico cosa che noto è la sensazione di afa e un senso di stanchezza , gambe stanche. Avevo pure provato a mangiare prima dell'evento onde evitare crisi glicemiche ma non sembra esserci relazione. Forse mi manca solo da andare da un neurologo per una cura alle mie rotelle :(

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
ci comunichi se vuole il risultwto dell Holter pressorio

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 391XXX

Ho chiesto sta mattina al medico se potrei farmi un Holder 7gg . Nel frattempo sto attendendo un esame privato del sangue su catecolamine. Sta mattina ero partito con l intenzione di inziare un leggero allenamento del cuore con una frequenza di 130-135 per 30 minuti. Durante la corsa non ho avvertito sforzi particolari. A fine corsa pero' la frequenza è rallentata lentamente ... mettendoci parecchi minuti per ritornare sotto i 100 battiti(quasi 10 minuti) ... poi si è attestata sui 95 battiti per molte ore sdraiato (normalmente ho 75 da sdraiato). Appena finito lo corsa ho misurato la pressione era intorno 75 ... diciamo perfetta poi col passare del tempo si è alzata e ora la ho alta 89 da seduto. Al mattino non ho mai avuto la pressione alta. C'e' un altro indizio di qualcosa che non quadra... se fosse ansia perche' guardacaso si alza dopo uno sforzo quando non è mai successo prima al mattino senza sforzi e la frequenza è anomala a riposo?
Son sempre piu' preoccupato(e piu' vedo ste cose strane e piu' mi innervosisco).
Non so forse ho sovraallenato il mio corpo (anche se mezzora a 135 frequenza non mi parrebbe una cosa cosi' impegnativa)

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Mimpare che lei sia un po’ ossessionato sui valori di frequenza.
Se rallentano più lentamente che problema sarebbe....
Lei è un uomo di mezza eta, è fisiologico che sia così

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 391XXX

Sembrerebbe esserci una nuova scoperta :)
Sono allergico senza apparenti sintomi eccetto qualche startnuto se vado in ambiente campestre.
Mi capita spesso di avere un narice semichiusa o chiusa sopratutto durante il sonno.
Avevo gia' notato che i malditesta di cui soffro a volte tendevano a scomparire iperventilando per breve periodi.
Ieri ho comprato un congestionante nasale e ho dormito con narici aperte e anche durante il gg.
Ho notato che la frequenza si è abbassata di 10 punti in ogni posizione. Inoltre gli eventi momentanei in cui la saturazione ossigeno va a 95% sono praticamente scomparsi.
Nei prossimi gg faro' delle verifiche confermative ma il sospetto è che il cuore si adatti aumentando leggermente la frequenza quanda entra un po' meno ossigeno nel corpo.
PS. Il corpo umano è fantastico per la sua adattabilita' e complessita' ... spero sia vera ora la frequenza è super ottima.