Utente 489XXX
Buongiorno dottori,
vi scrivo per un sintomo "nuovo" nel mio quadro sintomatologico ansioso. Ieri, in seguito ad un esame universitario che avevo vissuto con la consueta dose di ansia e tachicardia, ero steso a letto per rilassarmi e ad un certo punto ho avvertito come se il cuore avesse "vibrato" o comunque, perdonate il gergo poco tecnico, "sfarfallato", ma giusto per pochi secondi, per poi battere con battiti "normali" ma da me avvertito come tonfi al cuore. Questa sensazione , dei tonfi ,mi ha ricordato la sensazione classica post extrasistolica, che io avverto parecchio essendo ansioso, in cura da psicoterapeuta per disturbi d'ansia generalizzata e somatizzante, ed anche ipocondriaco. Tre mesi fa ho eseguito esami in ospedale per verificare eventuali patologie cardiache, ecg, ecocardio, analisi del sangue e tiroidei, tutti negativi, cuore in perfetta salute ed il cardiologo mi disse di curare la mia ansia, perché questa generava tutti i miei disturbi.
Mi dovrei preoccupare per questa sensazione di "accelerazione" al cuore? Da buon ipocondriaco mi sono spaventato molto, anzi moltissimo. Grazie mille in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non vedo alcun motivo di preoccupazione
Dovrebbe curare l'ansia con uno specialista, che non e' certo il cardiologo

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 489XXX

Dottore buongiorno,
la ringrazio per la ronta risposta. Le volevo chiedere una curiosità. Come mai Delle volte osservò le vene superficiali della mia mano sinistra più evidenti e sporgenti e poi invece queste si svuotano divenendo poi "appiattite" nel senso che non risultano più evidenti. Questo accade ad esempio a distanza di pochi minuti, ed è una strana sensazione perché avverto la sensazione come se la vena nella mano sinistra si muovesse... è possibile che io abbia sviluppato una tale sensibilità?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Le vene non si muovono, si tranquillizzi.
Con questo la saluto

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza