Oppressione al torace.

Gentili Dottori, vorrei avere un parere sulla mia situazione. Ho 68 anni, alto m. 1,65 e peso kg. 55. Ho pressione normale, colesterolo al limite, non sono mai stato fumatore e in famiglia non ci sono casi di cardiopatie.
Da circa 5 anni ho questo problema: dopo avere fatto una ventina di minuti di cammino a passo svelto, comincio ad avvertire un senso di peso al torace e sono costretto a fermarmi, quindi dopo diversi minuti questa sensazione passa. Nel 2013 feci una prova da sforzo, che risulto' dubbia; per tale motivo fui sottoposto a scontigrafia miocardica con esito negativo. Da allora ho fatto altre 3 prove da sforzo, tutte con esito negativo. L'ecocardiogramma e' sostanzialmente normale, con frazione di eiezione al 61%. e lieve dilatazione dell'aorta ascendente. I cardiologi da me interpellati mi hanno detto che non vi sono le indicazioni per una coronografia, che, comunque, io non voglio fare in considerazione dei rischi. Vorrei allora domandare:
1. Sarebbe indicata una tac coronarica anche per indagare eventualmente il microcircolo?
2. Potrebbe trattarsi di un problema non cardiaco? In tal caso, quale dovrebbe essere lo specialista di riferimento?
Domando queste cose poiche' il disturbo sopra desritto (peso al torace) ritorna puntualmente dopo venti minuti, mezz'ora di camminata e questo fatto mi limita notevolmente durante la giornata.
Grazie infinite.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,5k 2,9k 2
Il,dolore che lei descrive è sospetto per angina da sforzo. Esegua un nuovo Ecg da sforzo . Se questo risultasse anche solo dubbio esegua una coronarografia .
Nel frattempo inizi ad assumere piccole dosi di aspirina

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie della celere risposta. Vorrei domandare questo: lei esclude la possibilita' di fare una tac coronarica per il fatto che essa emana radiazioni o per il fatto che essa non consente di fare una diagnosi riguardo il mio disturbo? Buona serata
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,5k 2,9k 2
1) si sottoponendo a molte radiazioni
2) se ci fosse, come probabile , una o più placche si esporrebbe ad ulteriori radiazioni durante coronarografia

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
Bene, seguiro' il suo consiglio, ripetendo la prova da sforzo.
Una ultima domanda: qualora la prova da sforzo fosse dubbia, prima di fare la coronografia posso ripetere la scintigrafia miocardica? O quest' ultima non risulta essere una prova attendibile?
Grazie per il tempo che mi ha dedicato e buona giornata.
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,5k 2,9k 2
Se la prova da sforzo fosse anche solo dubbia deve eseguire una coronarografia velocemente

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore, seguendo il suo consiglio, ho eseguito una prova da sforzo, di cui riporto l'esito:
Il paziente si e' esercitato secondo protocollo WHO per 8:08 min:sec, ottenendo un livello di lavoro di carico Max :125 Watt=7,3 METS. La frequenza cardiaca a riposo inizialmente era di 102 bpm; e' salita ad una frequenza cardiaca massima di 169 bpm, che rappresenta il 111% della frequenza cardiaca massima prevista per l'eta'. La pressione sanguigna a riposo era di 120/80 mmHg; e' salita ad una pressionesanguigna massima di 145/85 mmHg. Il test di esercizio e' stato arrestato a causa di Affaticamento del paziente.
Interpretazione:
Sommario: ECG a riposo: Normale
Capacita' funzionale: corrispondente all'eta'.
Variazione FC sotto sforzo: elevato profilo cronotropo.
Variazione PA sotto sforzo: A riposo: normale. Variazione normale.
Disturbi tipo angina pectoris: nessuno.
Aritmia: un BEV singolo.
Variazione tratto ST: nessuno.
Impressione complessiva: Prova da sforzo normale.
CONCLUSIONI:
Test massimale a normale carico in assenza di segni e sintomi. Elevato profilo cronotropo (Wash-out da betabloccante).
Vorrei cortesemente un suo parere al riguardo, anche in riferimento all' ipotesi di una coronarografia. Grazie infinite.
[#7]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,5k 2,9k 2
La prova da sforzo e' risultata massimale e negativa per ischemia, quindi non c'e' indicazione ad una coronarografia.

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#8]
dopo
Utente
Utente
Intanto, grazie per la celere risposta, vorrei aggiungere qualche altro elemento per la chiarificazione della mia situazione: l' oppressione al torace che avverto dopo uno sforzo fisico, e' lo stesso che provo in altre occasioni, quando ad esempio ho fretta di andare ad un appuntamento e sto in ritardo oppure quando mi arrabbio per qualche motivo. In tutti questi casi(anche quando avverto oppressione per uno sforzo fisico), se assumo una compressa di Lexotan, dopo circa mezz'ora la sensazione di peso si attenua.
Allora mi domando: se non c'e' ischemia, questa sensazione che avverto potrebbe essere legata al sistema nervoso, che potrebbe causare come riflesso un restringimento dei vasi? Questo forse spiegherebbe anche il fatto che trovo giovamento dall'assunzione del lexotan. Vorrei avere cortesemente un suo parere. Grazie di nuovo per il tempo che mi ha dedicato e buona giornata.
[#9]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,5k 2,9k 2
Comprende da se che se i sintomi scompaiono con ansiolitici il problema sia ansioso dal momento che tali farmaci non agiscono sulle coronarie

Forse una terapi cronica contro la sua ansia sarebbe di aiuto

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#10]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore, vorrei fare un'ultima domanda. Ho letto, nelle sue risposte, che lei spesso consiglia di camminare a passo svelto per almeno un'ora al giorno, al fine di apportare dei benefici all'apparato cardiovascolare. Vorrei sapere se, a suo parere, gli stessi benefici si possono avere camminando a passo svelto per un'ora al giorno, ma suddividendo tale attivita' in due periodi, cioe' mezza ora la mattina e mezza ora la sera.
La ringrazio della consueta gentilezza. Buona serata.
[#11]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,5k 2,9k 2
Certamente si

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test