Utente
Buonasera a tutti innanzitutto grazie per il consulto.
Da un po' di tempo sono preoccupato per il cuore.
Premetto di esser e un ex kickboxer non agonista e di aver praticato sport a tratti fin da bambino, perciò conosco discretamente il corpo e qualche nozione di base sul cuore.
Da piccolo intorno ai 7-8 anni feci un Holter non ricordo per quale motivo ma risultó tutto nella norma.
Non pratico sport da 3-4 anni e ho smesso da poco (circa un mese) di fumare dopo 10 anni.
Soffro da alcuni anni di extrasistole sporadica a riposo ma ultimamente sono più preoccupato e vi spiego il motivo.
Ho letto su internet che le aritmie sotto sforzo vanno indagate sempre.
Non so se sia vero e mi rendo conto che le letture su internet sono quantomeno allarmanti ma per stare tranquillo voglio chiedervi un consulto.
Da quando ho letto questo ho ricordato tutte le volte che mi è capitato di avvertire le extrasistole durante uno sforzo.
Ricordo di un tonfo rapido durante una corsa durante una sessione di kick boxing diversi anni fa.
Di recente dopo mesi di astinenza da qualsiasi sport, ho percepito una serie lunga tipo salve di extrasistole molto intense e fastidiose della durata di diversi secondi in corsa, ovviamente mi sono fermato.
Stessa cosa un giorno a lavoro due volte di fila durante una giornata al computer.
Fatto gli esami per stare tranquillo ecocardiocolordoppler, ECG a riposo, Holter ed ECG sotto sforzo, tutto nella norma, lieve insuff. mitralica e tricuspidale, nessuna extra registrata e nemmeno percepita, né durante Holter, né durante ECG da sforzo durante il quale ho raggiunto 88% di sforzo massimale, circa 170 BPM
Tuttavia durante sforzi più intensi e prolungati, le avverto, e per esempio un fatto che mi ha preoccupato molto e accaduto questa sera.
Due amici hanno litigato arrivando alle mani, io mi sono intromesso per dividerli prendendo anche qualche colpo.
I battiti erano molto accelerati, ne ho calcolati circa 180 al minuto, per lo sforzo e la tensione e ho percepito una decina di extrasistole durante gli sforzi una dietro all altra tanto che sono stato male ho lasciato che si menassero e me ne sono andato.

Ora sicché sono comparse sotto sforzo, durante la corsa i colpi a salve, durante questo tentativo di sedare la rissa in cui ero agitato e tachicardico ecc..
Quanto devo preoccuparmi?
Ho letto che tali sintomi possono essere associati a patologie difficilmente diagnosticabili e potenzialmente fatali, come CPVT o ARVD.

Quanto devo preoccuparmi, quanto posso stare tranquillo?

Da cosa possono essere causate queste aritmie? Grazie.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Le sconsiglio di andare su internet a cercare diagnosi strampalate.

se lei afferma di avere aritmie da sforzo ripeta la prova da Sforzo ( purché massimale ed al cicloergometro o tapis roulant) ed un Holter, perché i precedenti come lei dice era negativi.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottore e grazie per la risposta.
Seguiro i suoi consigli e ripeterò questi esami.
Se fossi suo figlio, sarebbe tranquillo?
O meglio secondo lei è possibile che le aritmie siano causate dallo stress emotivo (per esempio il fatto di sedare una rissa tra due amici), e non dall sforzo fisico in sé?
Cioè che il problema non sia organico del cuore ma parta dal sistema nervoso (o meglio da uno stato emotivo alterato)?
Anche perché effettivamente durante i vari esami i cardiologi che mi hanno seguito mi hanno detto che sono un orologio svizzero.
E durante sforzi fisici che emotivamente mi coinvolgono in positivo (es. durante il sesso, la cui frequenza si aggira facilmente attorno ai 150-160 BPM) io non avverto alcuna aritmia.

[#3] dopo  
Utente
Salve dottore, potrebbe rispondermi per favore nel frattempo che attendo di rifare gli esami?
I tempi di attesa al cdc per questi esami sono piuttosto lunghi.

[#4]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
guardi si tranquillizzi .
le ho consigliato la,prova da sforzo proprio pertranquillizzarla

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza