Lieve prolasso valvola mitrale e tachicardia

Buongiorno,
sono un ragazzo di 23 anni, ho una lieve ipertensione arteriosa dovuta ad un insufficienza renale (stage 3a) , tenuta sotto controllo con ramipril 5 mg al di.

da un paio di mesi ho spesso tachicardia (- 120 bpm) , soprattutto al mattino.

Di sera tardi invece la frequenza scende anche sotto ai 60, cosa che reputo normale.


Ho eseguito un holter ECG, che ha evidenziato: rare extrasistoli ventricolari isolate, e sopra-ventricolari isolate;
Il battito cardiaco medio è risultato nella norma, ma con dei picchi soprattutto al mattino fino anche a 136 bpm, anche durante il sonno prima del risveglio.


Ho eseguito allora una visita cardiologica con Ecocardiografia, che ha evidenziato un lieve prolasso della valvola mitralica, con insufficenza trascurabile, tuttavia il cardiologo in questione non mi ha dato spiegazioni a riguardo, mi ha solo prescritto bisoprololo in caso persista la tachicardia.


La mia domanda è: la tachicardia è associabile al prolasso?
E può portare a complicazioni?
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 105.5k 3.5k 3
E' possibile ma i valori di frequenza sono davvero tarscurabili.
Un piccolo dosaggio di beta bloccanti, come le ha detto il suo Cardiologo, le potrebbe essere utile

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso