Extrasistoli ventricolari e sopraventricolari

Gentili Dottori,
sono un ragazzo di 32 anni e nel 2019, in un periodo di forte carico lavorativo ed emotivo, ho avuto sporadiche extrasistoli, investigate con un ECG (BBDx incompleto) ed un ecocolordoppler risultati nella norma, una prova da sforzo ed un holter cardiaco.

###
PROVA DA SFORZO
Test ergometrico interrotto al 4 stadio (98% FC max) per esaurimento muscolare. Assenza di alterazioni ECGrafiche indicative di ischemia miocardica. Paziente asintomatico. Normale incremento cronotropo. 1 BEV isolato durante la prima fase dello sforzo. 2 BESV isolati, condotti con aberranza (BBDx) durante il recupero. Test ergometrico negativo per ridotta riserva coronarica ed aritmie/extrasistolie da sforzo.

HOLTER 24H
BPM MAX: 114bpm (16: 45)
BPM MIN: 45bpm (03: 03)
BPM MEDIA (media/giorno/notte): 68bpm/71bpm/63bpm

TACHICARDIA
35 episodi totali
Più veloce: 117 bpm 00: 00: 12
Più lunga: 107 bpm 00: 00: 29

BRADICARDIA
40 episodi totali
Più lenta: 40 bpm 00: 00: 14
Più lunga: 49 bpm 00: 02: 18

EXTRASISTOLI V
381 battiti totali
372 isolati
0 coppie
4 trigeminismo
1 bigeminismo

Rara ectopia ventricolare singola tardiva a volte a conduzione bi- e tri-gemina.
Rara ectopia sopraventricolare (non sono conteggiate).

###

Questa sintomatologia si è poi attenuata e, ad oggi, è rimasta sporadica, di seguito gli esami (10/2021):

###
ECG
Ritmo sinusale, deviazione assiale SN e BBdx incompleto.

ECOCOLORDOPPLER
Ventricolo SN di normali dimensioni e spessori parietali con conservata funzione sistolica globale in assenza di alterazioni della cinetica parietale e segmentaria (FEVS 58%).
Nella norma le restati camere caridache per dimenisioni. Funzione ventricolare DX conservata (TAPSE 20, S1 0. 13m/s). Radice aortica, aorta ascendente, arco e porzione toraco addominale nei limiti per dimensioni. Apparati valvolari nei limiti (aorta tricuspide). Non versamento pericardico ne pletora cavale inferiore. Normali pressioni di riempimento ventricolare SN. PAPS 20 mmhg.

PROVA DA SFORZO
Test ergometrico interrotto al 4 stadio (96% FC max) per esaurimento muscolare non evocativo di angor, dispnea, e modificazioni significative ST-T di tipo ischemico. Buona capacità fisica (raggiunti 10 METS). Normale incremento pressorio e cronotopo. Sporadica extrasistolia sopraventricolare isolata nel recupero. Test ergometrico submassimale negativo per ridotta riserva coronarica. Non aritmie inducibili da lavoro fisico.

HOLTER 24H
Costante presenza di ritmo sinusale con normale escursione circadiana della frequenza cardiaca. Sono state rilevate alcune fasi di bradicardia sinusale non critica. Assenza di eventi aritmici. Assenza di pause. Normale conduzione AV ed IV. Assenti alterazioni della ripolarizzazione ventricolare di significato ischemico.

###

Alla luce di tutto ciò, c'è un rischio più alto che possano svilupparsi artmie negative? Sarebbero emerse nelle prove da sforzo? Secondo voi sono necessari ulteriori approfondimenti? Se in fase di recupero fossero bi o tri-gemini sarebbe un problema?

Mi piacerebbe riacquistare serenità e cercare di svolgere attività fisica. Vedete delle controindicazioni? Posso ignorare e finalmente convivere con le mie extrasistoli?

Grazie davvero.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,5k 2,9k 2
Ha esami normalissimi, puo' fare l'attivita' sportiva che vuole

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la risposta Dottor Cecchini. Quindi quelle extrasistoli che a volte si son presentate in forma bi-tri-gemina non sono nulla di preoccupante giusto?

Inoltre ho un'ultima domanda, a volte mi capita di aver percezione del mio battito cardiaco, anche quando assolutamente regolare e non accelerato. É plausibile sia dovuto alla mia costituzione fisica (sono molto magro) e magari ad un po' d'ansia?

Grazie ancora.
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,5k 2,9k 2
Assolutamente nessuna preoccupazione.

La sua costituzione e la sua ansia spiegano i suoi sintomi

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora!

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test